Abusi all'Iper, sequestrata l'area dell'ampliamento

Abusi all'Iper, sequestrata l'area dell'ampliamento

FORLI' - Colpo di scena nella vicenda del nuovo ipermercato a Forlì. I carabinieri hanno infatti sequestrato lunedì mattina attorno alle 11.30 l'area destinata all'ampliamento della nuova struttura e sulla quale pare che fossero già cominciati i lavori nonostante non fosse ancora arrivato il via libera del Consiglio comunale. Il sequestro, disposto dal pm Alessandro Mancini, è stato ordinato a scopo preventivo per bloccare i lavori ed evitare altri abusi.


Lunedì scorso era arrivato il primo clamoroso stop dal sindaco Nadia Masini, che aveva deciso di ritirare la delibera per l’ampliamento dell’Iper che avrebbe dovuto essere autorizzata proprio in quella seduta del consiglio. Una decisione motivata dai controlli svolti nel cantiere della polizia municipale.


In realtà, se non fosse stato per lo scandalo della pedofilia, la delibera che autorizzava l’ampliamento sarebbe stata approvata con ogni probabilità lunedì 10 settembre dal Consiglio, che però venne investito per l’intera seduta dal dibattito sullo scandalo che ha coinvolto i servizi sociali del Comune. Allora si decise di optare per il rinvio della delibera al 17 settembre.


La variante al Prg che doveva essere approvata dall’assise cittadina avrebbe dovuto autorizzare l’ampliamneto dell’area destinata ad ospitare il nuovo centro commerciale dagli attuali 14mila metri quadrati a 21.500. Quel controllo della polizia municipale che ha spinto il sindaco a sospendere la delibera, venne sollecitato da una segnalazione dei Verdi.


Nelle foto di Cristiano Frasca, alcuni momenti dell'operazione

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -