Si torna sui banchi: suona la campanella per oltre 500mila studenti

Sono 225 gli interventi di edilizia scolastica già programmati dalla Regione da qui al 2017, con un investimento complessivo di oltre 80 milioni

"Auguro a tutti in questo anno scolastico di saper dare il meglio, costruendo nelle aule rapporti di fiducia, sperimentando e innovando". Così l’assessore regionale alla Scuola e alla Formazione professionale Patrizio Bianchi augura buon anno scolastico agli studenti, agli insegnanti e a tutto il personale della scuola e del sistema di istruzione e formazione professionale dell’Emilia-Romagna. "Riparte un anno segnato da importanti investimenti sull’educazione e sulla formazione. Investimenti senza i quali non potremmo costruire futuro.- continua l'assessore- Il destino economico e sociale di un territorio dipende dal livello di istruzione dei suoi abitanti. Non c’è politica di sviluppo credibile che non parta dalle persone. Investire in capitale umano per garantire al territorio conoscenze e competenze sempre più alte è la scelta compiuta dall’Emilia-Romagna per generare uno sviluppo sostenibile e duraturo perché fondato sui diritti e sul lavoro”.

“Grande attenzione sarà data anche quest’anno all’edilizia per garantire scuole sicure, efficienti e innovative- assicura l’assessore Patrizio Bianchi-, anche mettendo a frutto quanto abbiamo imparato dopo il sisma del 2012. Sono 189 gli interventi già realizzati, 60 in fase di attivazione e stiamo lavorando insieme al Governo per avviarne altri 250 nel 2017. E buon anno anche ai ragazzi e agli insegnanti che hanno vissuto il terremoto del 24 agosto e che sono di nuovo in classe- conclude Bianchi- Il nostro  primo pensiero, il più affettuoso,  vada a loro, perché la nostra esperienza sia testimonianza del ripartire volendo la scuola al centro delle comunità”.

Edilizia scolastica, gli interventi della Regione Emilia-Romagna - Sono 225 gli interventi di edilizia scolastica già programmati dalla Regione da qui al 2017, con un investimento complessivo di oltre 80 milioni, tra fondi Bei e cofinanziamento degli enti locali e dei privati. L’Emilia-Romagna ha predisposto un piano triennale, articolato in piani annuali (192 interventi nel 2015, 25 nel 2016, 8 nel 2017),  approvato dalla Giunta regionale e condiviso con le Province e la Città metropolitana di Bologna per la realizzazione di interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico delle scuole, nonché per costruire nuovi edifici e palestre scolastiche. Già 189 interventi sono in corso di esecuzione, di cui 66 di miglioramento o adeguamento sismico (per un totale di oltre 26 milioni di euro). In fase di attivazione anche gli interventi 2016: 25 quelli inizialmente previsti ma si presume di poterne finanziare in realtà fino a circa 60 nel 2016 (per risorse regionali aggiuntive pari a 15,3 milioni di euro). E per il 2017 la Regione sta lavorando per finanziarne altri 250 (rispetto agli 8 programmati) con un investimento ulteriore di circa 80 milioni. Oltre 500, quindi complessivamente, gli interventi nel triennio.
 
Scuola innovative - Tra gli investimenti sul territorio per l’edilizia scolastica anche quelli previsti dal  provvedimento nazionale della ‘Buona Scuola’ per la costruzione di scuole innovative dal punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza strutturale e antisismica, caratterizzate da nuovi ambienti di apprendimento e dall’apertura al territorio. Venti milioni le risorse disponibili a fronte dei quali la Regione Emilia-Romagna ha selezionato 5 candidature avanzate da enti locali: Sorbolo e Mezzani (Pr), Ferrara, Modena, Riolo Terme (Ra), San Giovanni in Marignano (Rn).
 
Edilizia scolastica nell’area del sisma 2012 - Complessivamente sono stati stanziati 345 milioni di euro per la sola edilizia scolastica e universitaria, di cui circa 140 milioni per nuovi edifici, 163 milioni per la ristrutturazione e il miglioramento di quelli esistenti e, nella prima fase, 36 milioni per moduli provvisori (oggi smontati e riconsegnati).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -