"Auspichiamo che ci possa spostare in sicurezza": attesa per il confronto

"Ma in un tempo ancora segnato dall'epidemia, un sindaco deve avere almeno lo stesso senso di responsabilità che stanno dimostrando i cittadini"

“Tutti noi, a partire proprio dell'Emilia-Romagna e dalla riviera romagnola, auspichiamo che le persone possano tornare a spostarsi liberamente, ancorché in sicurezza. Sarebbe il segno che l'epidemia continua a perdere terreno e questa regione è pronta ad accogliere a braccia aperte tutti i turisti da ogni regione, avendo fatto della propria ospitalità una bandiera. Da sempre”. Così il sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale, Davide Baruffi.

“In Emilia-Romagna abbiamo fatto enormi sacrifici per contenere il contagio, a Rimini in particolare. E se oggi i nostri numeri sono incoraggianti, anche in questa provincia prima in difficoltà, lo dobbiamo alle scelte fatte insieme ai sindaci e al comportamento responsabile dei nostri cittadini. I nostri operatori economici, poi, hanno condiviso con noi protocolli molto importanti per poter accogliere in sicurezza tutti i turisti. E siamo anche attenti, perché non vogliamo ripiombare indietro, vanificando tutto quanto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Da domani ci confronteremo col Governo e con le altre Regioni sui nuovi dati, rispetto ai parametri epidemiologici che insieme ci siamo dati - senza distinzione di colore politico - e insieme decideremo per il meglio. Evitiamo in ogni caso appelli alla ‘disobbedienza civile’- chiude Baruffi-. In un tempo ancora segnato dall'epidemia, un sindaco deve avere almeno lo stesso senso di responsabilità che stanno dimostrando i cittadini”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -