Cervia, così si festeggia l'Epifania

Cervia, così si festeggia l'Epifania

CERVIA - In occasione dell’Epifania, che tradizionalmente chiude le festività natalizie, giunge a conclusione il programma di "Luci d’inverno", che per oltre un mese ha animato la città. Dopo l’annullamento dello spettacolo di fuochi d’artificio per osservare la giornata di lutto europeo in memoria delle vittime del maremoto che ha colpito il Sudest asiatico, le iniziative si svolgeranno regolarmente giovedì 6 gennaio.

La mattina, alle ore 10, nella pista di pattinaggio in piazza Garibaldi, si esibiranno i bambini cervesi della scuola di pattinaggio artistico su pattini a rotelle, diretta dalla maestra Laura Greco, già campionessa di pattinaggio artistico su ruote. Dalle ore 10.30, sempre in piazza Garibaldi, è organizzata la Festa della Pasquella, con i Pasqualotti che, vestiti secondo la tradizione contadina, intonano filastrocche e canti, donando caramelle e dolci a grandi e piccini per augurare ogni bene e felicità.

Il pomeriggio l’appuntamento è in Teatro Comunale, alle ore 16, con la rassegna per bambini e adulti Le Grandi Fiabe, con "Arlecchino, alchimista e medico", i Burattini Veneti di Paolo Papparotto. Sulla spiaggia di Pinarella, invece, al Bagno Franco n.70-71, è in programma la festa "Il mare d’inverno", con il primo tuffo in mare dell’anno, presepi di sabbia, musica con i gruppi dei Pasqualotti, premiazione delle sculture di sabbia, gare di "sgadur", rogo della strega, ciambella e vin brulé per tutti i partecipanti.

Non mancherà lo spazio dedicato all’enogastronomia. Da giovedì 6 a domenica 9, la Vecchia Pescheria di piazza Pisacane, ospiterà una mostra mercato dei prodotti enogastronomici tipici e biologici. Organizzata dal Gruppo Antichi Sapori e Vecchi Mestieri in collaborazione con l’Osservatorio agroalimentare delle fattorie didattiche della Provincia di Forlì Cesena e la Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Forlì e Cesena, la mostra sarà allestita anche nei week end dal 14 al 16 gennaio e dal 21 al 23 gennaio e proporrà anche laboratori e percorsi di educazione al gusto.

Il venerdì, nel corso del laboratorio di colori naturali, gli esperti insegneranno a colorare usando materie prime naturali quali erbe, fiori e cereali. Il sabato le "lezioni" avranno come tema la piadina romagnola e la sfoglia. Sarà una vera "arzdora", la massaia romagnola, a svelare i segreti della produzione di questi due ottimi prodotti tipici della nostra tradizione. La domenica si terranno attività motorie legate al territorio. Da non perdere l’esposizione dei bachi da seta (tutti i giorni di apertura).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -