CERVIA - ''Una spiaggia per sognare'', l'evento che accende il lungomare fino all'Epifania

CERVIA - ''Una spiaggia per sognare'', l'evento che accende il lungomare fino all'Epifania

CERVIA - Apertura col botto sul lungomare di Cervia di “Una spiaggia per sognare”, la rappresentazione del multivision designer Paolo Buroni realizzata proiettando immagini accompagnate dalla musica. L’iniziativa, nata da un’idea del presidente dalla Cooperativa bagnini Danilo Piraccini, è sostenuta dal Comune.


Epicentro dello spettacolo si propone idealmente il Grand hotel con le dune retrostanti, entrambi inquadrati dai giganteschi fasci di luce. La “storia” raccontata dal famoso artista virtuale, riguarda la spiaggia felliniana, e la sua evoluzione fino ai giorni nostri.


Non a caso si apre con una toccante poesia di Tonino Guerra, che decanta un “Mare d’inverno pieno di tenerezza, non violento come nei giorni di tempesta….qualcosa di umido che incontra i suoi dispiaceri, ma anche le felicità”. Scorrono poi sulla facciata del Grand hotel, e paiono rimbalzare sulla spiaggia, le immagini dell’Amarcord accompagnate dalla colonna sonora di “Nuovo cinema paradiso”. Federico Fellini introduce la spiaggia “com’era una volta”, con gli sdrai e le tende.


Accanto a lui sfilano personaggi come Sofia Loren e Marcello Mastroianni, una vela colorata cavalca l’orizzonte, il mare è spumeggiante. Poi irrompono gli ombrelloni, i bikini si fanno osé, gli aquiloni si affiancano ai surf ed inizia la grande kermesse. La rappresentazione, oltre che emozionante, coinvolge le persone anche in modo diretto; chi si trova sulla duna posta di fronte agli stabilimenti balneari infatti, ne entra a far parte ed interagisce con le sue immagini. L’evento è insomma davvero originale, oltre che rivoluzionario per il genere che propone, a metà strada fra il film e la fotografia. La multivisione andrà in onda sul lungomare cervese, tutti i giorni dalle 17.30 alle 22.30, fino al 6 gennaio. Durante la notte di Capodanno, sarà non stop.


CHI E’ PAOLO BURONI

La fama di Paolo Buroni, rende questo evento di spessore nazionale. Ha curato infatti la presentazione a Roma delle vetture della Bmw, impiegando ben 25 speciali proiettori; ha fortemente caratterizzato, con le sue luci, il festival di Umbria jazz 2005; ha poi messo in campo una eccezionale performance, per l’apertura dei Campionati sciistici di Bormio 2005, scegliendo come schermo nientemeno che la montagna, la neve e le piste. Ma fra le sue “illuminazioni multimediali” figurano anche la Mole Antonelliana di Torino, il “Pirellone” e il Duomo di Mliano, “Le ali di Venezia”, il “National day parade” di Singapore, il “Ferrari show” a Maranello, il Capodanno 2004 in piazza Maggiore a Bologna, e addirittura il derby Milan – Inter, quando ha disegnato sul campo la “sua” partita. Ora sbarca a Cervia, per inaugurare un nuovo ciclo di suggestioni e regalare al “Mare d’inverno” una delle sue opere più riuscite. Nello spazio delle dune, di fronte allo sciacquio del mare, si susseguono immagini rubate al tempo ed all’eterno fascino di un’epoca. Le liriche di Guerra rappresentano il giusto compendio, a questo idillio invernale della spiaggia con i suoi frequentatori. C

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -