Con i tre ponti la Romagna fa il pieno di turisti: 1,6 milioni di presenze

Per quanto riguarda le Città D’Arte dell’Emilia Romagna, nei 287 alberghi (con circa 30.000 posti letto disponibili) tra Pasqua e il 1° maggio è stata registrata un’occupazione camere media del 74%

Si chiude con più di 1.100.000 presenze complessive e 470.000 arrivi sulla Riviera Romagnola e quasi 500.000 presenze e 185.000 arrivi nelle Città d’Arte dell’Emilia Romagna il fortunato “tris” di ponti festivi regalato quest’anno dal calendario tra Pasqua e il Primo Maggio (dati Trademark Italia per Osservatorio Turistico Regionale dell’Emilia Romagna). "Una simile successione di festività non si verificava dal 2006 (quando la Pasqua cadde il 16 aprile, il 25 aprile si festeggiò di martedì e il Primo maggio di lunedì), ma il meteo non fu favorevole come quest’anno, che ha visto bel tempo e clima mite per 10 su 11 giornate di vacanza - afferma l'assessore al Turismo, Andrea Corsini -. Un ottimo avvio di stagione turistica per la Riviera e un’ottima opportunità per le Città d’Arte, che hanno proposto tanti appuntamenti culturali di forte richiamo".

Entrando nel dettaglio, per quanto riguarda la Riviera Romagnola, nei 1.660 alberghi aperti (118.000 posti letto disponibili) nelle 11 giornate di vacanza tra Pasqua e i “weekend lunghi” del 25 aprile e 1° maggio 2017, è stata registrata un’occupazione camere media del 68% che ha prodotto un movimento di oltre 280.000 arrivi e 530.000 presenze (permanenza media di poco inferiore a 2 notti), a cui vanno sommati altri 190.000 arrivi e 580.000 presenze delle strutture ricettive complementari (campeggi, appartamenti, agriturismo, bed&breakfast), per un totale complessivo per la Riviera di 470.000 arrivi ed oltre 1.100.000 presenze. Complessivamente sono stati 942.864 gli arrivi ai caselli autostradali della Riviera, tra Ferrara e Cattolica, tra Pasqua e il 1° Maggio. Da sottolineare che il Ponte del 25 aprile ha fatto registrare una crescita di arrivi del +13,6% sullo scorso anno, la migliore performance di tutte le festività primaverili del 2017.

Per quanto riguarda le Città D’Arte dell’Emilia Romagna, nei 287 alberghi (con circa 30.000 posti letto disponibili) tra Pasqua e il 1° maggio è stata registrata un’occupazione camere media del 74% che ha prodotto un movimento di circa 100.000 arrivi e 230.000 presenze (permanenza media superiore a 2 notti). Si stima che altri 85.000 arrivi e 267.000 presenze siano state registrate nelle strutture ricettive complementari (appartamenti e bed&breakfast), per un totale complessivo per le Città d’arte e Cultura dell’Emilia Romagna di 185.000 arrivi e quasi 500.000 presenze.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -