Forlì-Cesena, il terremoto non dà tregua. Nuove scosse

Forlì-Cesena, il terremoto non dà tregua. Nuove scosse

Forlì-Cesena, il terremoto non dà tregua. Nuove scosse

FORLI' - Lo sciame sismico iniziato martedì non dà tregua. Le scosse di terremoto si susseguono a decine e nel frattempo i nervi per gli abitanti delle vallate cominciano a cedere. Nella nottata tra martedì e mercoledì la terra ha tremato ben 16 volte. La magnitudo più intensa, 3.7 della scala Richter, si è registrata a 00.04 ad una profondità di appena 5 chilometri ed è stata nettamente avvertita dalla popolazione. In vallata la gente si è riversata anche in strada.

 

Ad ingigantire l'effetto del movimento tellurico anche la durata, di alcuni secondi. L'epicentro dello sciame è localizzato nel cosidetto distretto sismico del Montefeltro, tra Bagno di Romagna e Verghereto. L'area è classificata come pericolo sismico medio, 2 in una scala da 1 a 4. Sono quindi seguite una serie di scosse strumentali, di magnitudo compresa da 2 e 2.7, che hanno fatto passare una notte insonne a molti cesenati e forlivesi.

 

Alle 06.07 i pennini dell'Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia di Roma hanno registrato una scossa di magnitudo 3.2, ad una profondità di 5.1 chilometri. Numerose le telefonate ai Vigili del Fuoco, che non hanno potuto fare altro che tranquillizzare gli allarmati interolocutori. L'unico effetto positivo dello sciame è la liberazione di energia, che altrimenti andrebbe ad accumularsi pericolosamente. Per il momento bisogna fare i conti con la convivenza forzata col terremoto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -