Forlì, elezioni. Melandri precisa: "Sono disponibile a candidarmi a sindaco"

Forlì, elezioni. Melandri precisa: "Sono disponibile a candidarmi a sindaco"

Valerio Melandri pronto a correre come candidato sindaco

Valerio Melandri è pronto a candidarsi a sindaco di Forlì. Il docente della Facoltà di economia che lunedì aveva detto di non essere candidato, precisa di aver comunque offerto la propria disponibilità a correre in alternativa a Roberto Balzani (candidato sindaco del Pd dopo le primarie di domenica) alle elezioni amminstrative del 2009. Melandri, figlio del senatore Leonardo Melandri (‘padre' dell'Università in Romagna, scomparso nel 2005) lascia ora la parola alle forze politiche.

 

"Arrivati a questo punto è bene che si sappia - afferma -, anche per evitare che qualcuno pensi che ciò sia legato alla sconfitta della Masini, che ho dato (e da tempo) la mia disponibilità. Dico questo per fare chiarezza. E perché penso che ognuno di noi, nel suo piccolo, deve accettare la responsabilità di instillare un'etica dell'agire nei nostri figli, di adattarsi ad una economia più competitiva, di rafforzare le nostre comunità e condividere in una certa misura i sacrifici".

 

Melandri, che su questo è in sintonia con Balzani, spiega di essere convinto "che sia tempo per una nuova generazione di realizzare quello che è necessario realizzare. Anche in questa città, dove io sono nato, vivo e lavoro". Già, ma in quale area politica collocarsi?

 

"Non è il nocciolo della questione - fa notare -. Qualunque candidato venga scelto non si può incentrare tutto su una  ‘persona', né sul fatto che rappresenti destra, sinistra o centro. Tutto deve essere incentrato su quel che si può fare "insieme" (con gente di "destra", con gente di "sinistra", con gente del "centro"). E' ora di finirla di pensare a delle barricate".

 

E i problemi sono drammaticamente concreti. "Qui c'e' gente che non ha da mangiare - ricorda -, aziende che chiudono, gente che rimarrà disoccupata, un centro storico che muore, la vita culturale della città che va a picco. Non è un problema di Mazzini o di Marx, è un problema di economia".

 

Per Melandri "una candidatura oggi dovrebbe essere l'occasione, il veicolo delle speranze e dei sogni della gente, di tutta la gente, non l'affermazione di un partito. Dovrebbe essere l'affermazione della "politica"".

 

"Ognuno di noi - prosegue il pensiero del docente forlivese - deve combattere per il recupero del senso di cittadinanza, sulla consapevolezza che ci deve essere una meta comune fatta di pochi obiettivi, pieni di buon senso, e sulla convinzione che sono pochi gli ostacoli in grado di contrastare la forza di migliaia di voci che invocano il cambiamento". Per per farlo non basta una persona, anzi "divisi siamo destinati a perdere le grandi sfide che ci attendono".

 

Poi Melandri scende sul terreno della politica in senso ‘stretto'. "Sono figlio di un noto politico della città, ma non ho mai fatto politica attiva - ammette -. Sono cattolico, amo coltivare la libertà mia e altrui, sono un ‘ambientalista'". Un ambientaliso che, spiega, non si limita alle parole: "la mia casa è, per scelta, di legno, con fotovoltaico, recupero acqua piovana, solare termico".

 

Melandri prosegue spiegando di amare "la famiglia (ma non al punto da farmene due!), ascoltare le persone, specie gli anziani, e cambiare idea. Amo occuparmi degli affari degli altri, specie di coloro che hanno più bisogno". Insomma, un profilo ideale per un candidato sindaco, specie per uno schieramento, il centrodestra, che siamo ancora piuttosto diviso.

 

Il docente di Economia chiude con una domanda: "E' ipotizzabile che chi si ritiene capace di coniugare un giusto individualismo, un sano liberismo, la necessaria solidarietà e l'attenzione all'ecologia in maniera inedita e spiazzante trovi qualcuno che lo sostiene?". La risposta spetta ai partiti del centrodestra. 

Commenti (7)

  • Avatar anonimo di scipione
    scipione

    @manvel Io non ho nessun problema, se non come distinguerlo da quello del centrosinistra. potremmo colorarne uno di rosso e uno di blù o scambiarcene le figurine. Mi sembra un problema da slow food, da omologazione del gusto, applicata alla politica. Cmq. da ateo mi è piaciuta la battuta sulle famiglie.

  • Avatar anonimo di manVel
    manVel

    Liopx: hai dei problemi se questo si candida sindaco? Direi di sì... Paolo1: cosa c'entra se la foto è presa da videoregione?

  • Avatar anonimo di francy62
    francy62

    finalmente qualcuno che non pronuncia parole vuote ma chiare e comprensibili a tutti. comunque vada professor melandri e, speriamo bene, grazie per le apprezzabili parole sulle famiglie bisognose.

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    ah dimenticavo bella foto, presa da video regione

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    se non sei professore niente di male... ma dal commento non si direbbe che non ami occuparti degli affari degli altri, in fondo ti stai interessando alla sua candidatura giusto? fatti gli affari tuoi ;)

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    un pensierino lo faccio pure io...

  • Avatar anonimo di LIOPx
    LIOPx

    Ma scusate ma all'università c'è aria di licenziamenti? Lui dice " sono un ‘ambientalista'". Un ambientaliso che, spiega, non si limita alle parole: "la mia casa è, per scelta, di legno, con fotovoltaico, recupero acqua piovana, solare termico". Melandri prosegue spiegando di amare "amo la famiglia (ma non al punto da farmene due!), ascoltare le persone, specie gli anziani, e cambiare idea. Amo occuparmi degli affari degli altri, specie di coloro che hanno più bisogno". Ma chi è un serial killer !!! anche io mi candido sindaco, ho una appartamento in un condomionio di 65 mq in cemento armato, compro energia perchè non ho un tetto su cui fare fotovoltaico l'acqua piovana mi bagna la testa la mttina quando salgo in macchi e vado a lavorare,anche io parlo con gli anziani.....l'unica cosa ....che non sono un professore di università.....a..scusate anche questo non faccio ....Amo occuparmi degli affari degli altri.......

Notizie di oggi

    I più letti della settimana

      -
      -