Forlì, il Pd conferma: "Sì alle primarie per il candidato sindaco"

Forlì, il Pd conferma: "Sì alle primarie per il candidato sindaco"

Marco Errani, capogruppo del Pd in Consiglio comunale a Forlì

FORLI' - Le elezioni amministrative si avvicinano ed il gruppo consigliare del Pd, guidato da Marco Errani, si prepara con "Il buon governo dei fatti", un dossier sulle azioni più importanti portate avanti da questa amministrazione. "Il nostro giudizio è positivo - afferma Errani - e sono dispiaciuto che dall'opposizione non sia no arrivati contributi per creare una Forlì migliore". E in vista del 2009, Errani conferma che si faranno le primarie per il candidato sindaco.

 

"Forlì sta cambiando - continua Errani - abbiamo visto in pochissimo tempo una crescita demografica di 10mila persone e questo ha richiesto e richiederà un impegno sempre maggiore della politica".

 

Grande importanza viene riservata all'area delle politiche sociali: "Siamo in grado di soddisfare il 70% della domanda negli asili nidi, per cui la media nazionale si attesta al 9%. Rientrando nella crisi economica del paese - sottolinea Errani - abbiamo sotto gli occhi dati di povertà che vanno tenuti in forte considerazione, per questo ci siamo impegnati in una politica più universalistica di Welfare, che vada dalle scuole fino alla casa".

 

Questo mandato vuole concludersi con l'apertura di un ulteriore lotto della tangenziale, quello che comprende il tunnel sotto l'aeroporto, entro fine anno, con l'importante collegamento tra la Zona industriale e San Martino. Anche sul lato culturale il Governo Masini vuole chiudere in bellezza con la mostra su Antonio Canova ai Musei San Domenico, "un grande evento - sottolinea Errani - che continuerà a portate a Forlì turisti sia italiani che stranieri".

 

Intanto stanno prendendo avvio i lavori per il Campus universitario. Anche il tema dell'aeroporto e soprattutto del tanto atteso e discusso accordo con Ryanair fa parte degli obiettivi. "Concentriamo una forte attenzione sui temi della sicurezza - afferma Errani - e siamo per una politica di accoglienza, senza sottovalutare il rispetto delle regole. Su questo aspetto la destra fa solo demagogia senza avere idea di cosa serve alla città".

 

Un neo c'è stato, anche secondo il Pd, in questo mandato dell'amministrazione: "Probabilmente si poteva stabilire un coinvolgimento maggiore della cittadinanza - ammette il capogruppo comunale del Pd - forse ci sono state troppe discussioni all'interno dei partiti".

 

Nonostante questo Errani afferma con convinzione: "Come centrosinistra abbiamo le carte in regola per governare ancora, guardando ad alleanze larghe, rigorosamente basate sul programma, che è sacro". Nessuna indiscrezione sulla ricandidatura di Nadia Masini : "Certo se non si ricandidasse l'attuale Sindaco sarebbe un segno di insoddisfazione del modus operandi di questa amministrazione. Le primarie partiranno comunque da un giudizio politico sul precedente governo, ma credo debbano esserci anche alcune investiture provenienti dal gruppo dirigente comunale".

 

"In futuro - conclude Errani - andrà rivisto anche il sistema delle società partecipate del Comune, con un ragionamento su cosa serve realmente alla città. Ci sono un po' di 'fronzoli' e bisogna essere spietati".

 

Chiara Fabbri

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    "Il buon governo dei fatti" con 2 belle inchieste della magistratura su Iper ed affidi non sono proprio tutte rose. ottimo tagliare le partecipate partendo subito da Sapro

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -