Forlì: seconda settimana nel foyer del teatro

Forlì: seconda settimana nel foyer del teatro

FORLI' - econda settimana di eventi all'Artista Caffè, rassegna di incontri, mostre e laboratori organizzata dalla società cooperativa Tre Civette e ospitata nel foyer del teatro Diego Fabbri di Forlì. Di scena fotografia e arte contemporanea, incontro con gli attori e una lezione magistrale, affidata a Luca Scarlini

L'Artista Caffè riapre i battenti per la seconda settimana di incontri nel foyer del teatro Diego Fabbri. Dedicata quest'anno al tema del linguaggio, la rassegna curata dalla società cooperativa Tre Civette di Forlì propone quattro nuovi appuntamenti in scena da mercoledì 18 a sabato 21 novembre. 

Mercoledì 18 novembre (ore 17,30) protagonista in foyer è la fotografia: "Concerto per il corpo", "Il giorno dopo", "Gli occhi e il deserto", "Amore", "Namaste", "Ladak" sono i suggestivi titoli degli audiovisivi realizzati da Alberto Berti, presentati all'Artista Caffè nell'ambito del ciclo "Il linguaggio della fotografia - sguardi e testimonianze", organizzata in collaborazione con il Foto Cine Club Forlì. 

Giovedì 19 novembre  (ore 17,30) si torna a parlare di arte contemporanea con Roberto Cresti,  ricercatore e docente di Storia dell'Arte contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia della Università di Macerata. Il secondo incontro del ciclo "Astrazioni ed empatie novecentesche" è dedicato a Piet Mondrian e al Neoplasticismo, inteso come arte della "seconda navigazione". Il riferimento non è ai moderni navigatori di internet ma a Platone, che per "seconda navigazione" intendeva il viaggio dell'anima verso l'Iperuranio, viaggio che appare in Mondrian come un motivo conduttore, rappresentato con soluzioni formali in equilibrio tra gli ideali dell'espressionismo e del cubismo. 

Venerdì 20 novembre  (ore 18,30) scende in foyer la coppia di attori brillanti Tullio Solenghi e Maurizio Micheli, protagonisti nella stagione di prosa del teatro Diego Fabbri con la commedia "Italiani si nasce, e noi lo nacquimo", riflessione ironica e leggera sugli aspetti del costume e del carattere nazionale che, malgrado il passare dei secoli, non sembrano cambiati. Gli attori parleranno del lavoro fatto sul palcoscenico e   risponderanno alle domande degli intervenuti, unendosi al temine dell'incontro al tradizionale brindisi assieme al pubblico con i vini offerti dalla cantina Rocca le Caminate. 
 
Sabato 21 novembre  (ore 17,30) tocca invece a Luca Scarlini parlare del linguaggio con una sua lezione magistrale, dall'intrigante titolo "Il desiderio dell'inesistente: alfabeti musicali".
Saggista, drammaturgo, storyteller in scena, Scarlini insegna all'Accademia di Brera e collabora con realtà di teatro, danza e musica in Italia e all'estero. Il suo interesse specifico si concentra sul rapporto tra musica e cultura: i suoi ultimi libri sonoLustrini per il regno dei cieli (Bollati Boringhieri editore) e Corpi barocchi (Gaffi editore).

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -