Forlì, Università. Morrone (Lega Nord): "Stacchiamoci da Bologna"

Forlì, Università. Morrone (Lega Nord): "Stacchiamoci da Bologna"

Forlì, Università. Morrone (Lega Nord): "Stacchiamoci da Bologna"

FORLI' - "Creare immediatamente un progetto concreto e realizzabile di "Università della Romagna", autonoma e indipendente dall'Alma Mater Studiorum di Bologna". E' la proposta di Jacopo Morrone, segretario provinciale della Lega nord a Forlì-Cesena. Proposta che nasce "sulla scia della polemica innescatasi a causa dello statuto di Ateneo che minimizza il ruolo delle facoltà romagnole".

 

"E' arrivato il momento di prendere le distanze da Bologna e far camminare l'università romagnola con le proprie gambe, creando un polo universitario a se stante - continua Morrone -. La totale assenza di ogni forma istituzionale di rappresentanza romagnola negli organi di Governo dell'Ateneo Bolognese, esemplifica la volontà di accentramento del capoluogo emiliano, isolando progressivamente le succursali universitarie Romagnole."

 

"Ancora una volta - rimarca il Segretario del Carroccio - lo strapotere di Bologna e del PD emiliano rischiano di distruggere lo sviluppo dell'Università Romagnola, svalorizzandone l'offerta didattica e i cospicui investimenti degli ultimi vent'anni."

 

Infine, conclude Morrone: "Per quanto mi riguarda chiederò in prima persona all'On.Pini di sollecitare e di far si che venga discussa il prima possibile in Consiglio dei Ministri la proposta di legge che lo stesso deputato leghista ha depositato in parlamento oramai 3 anni fa circa la costituzione di un'Università Romagnola."

 

Commenti (10)

  • Avatar anonimo di Stefano S.
    Stefano S.

    @J. Dorian Condivido analisi, Mariastella (P4 come vai?) compresa. Signori BOLOGNA non lascerà mai un centro di potere se non quanfo ha succhiato tutto il sangue! Vedi INCENERITORI E AEROPORTO. Ed i nostri amministratori che hanno fatto in passato (ed ora)? Segue suono cacofonico ...

  • Avatar anonimo di Poldo
    Poldo

    fai un giro alle feste dell'unità e ti danno pure i cappelletti..

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Io stavo scherzando, ma viste le reazioni non mi stupirei se qualcuno della Lega locale mi prendesse sul serio e proponesse davvero l'università in dialetto con la piadina e il sangiovese.

  • Avatar anonimo di Davide3
    Davide3

    Ma che senso ha sta cosa? voglio dire, a parte il campanilismo! @Matteol: stai scherzando, vero? a me di cosa si mangia e del dialetto importa poco, importa che sia una università valida dal punto di vista formativo/lavorativo!

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    è abberante come idea è diverso,..parlare in dialetto...gia a scuola non impari l inglese figurati se parli in dialetto..per carità

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Ha senso, come cosa. In fin dei conti se SERINAR e company staccano un assegno a Bologna perché ci porti i suoi Prof. (dei quali 7 su 10 sono o figli o mogli o amanti o sottopancia di passaggio) perchè non staccarlo per i fatti nostri ? Ma per fare facoltà serie che siano utili per il territorio, non aree di compostaggio sociale scelte da Bologna. 1) Agraria; 2) Ingengeria (oltre a quella che c'è); 3) Veterinaria. Basta. Via il resto. Chi vuole fare scienze politiche o giurisprudenza può andare a Bologna. Che poi facciano analisi I e II scienza delle costruzioni in dialetto romagnolo, a me non frega niente, basta che la facciano. Si tengono 3 facoltà, si chiude tutto il resto. Vista così si risparmierebbe un sacco di soldi. Dal punto di vista politico, pur non condividendo il linguaggio di marchetti F, ne accetto il senso e lo sottoscrivo. A farli la festa tuttavia non sarà il PD, ma la Gelmini.

  • Avatar anonimo di marchetti F
    marchetti F

    che barca di cazzate!!!

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    A me non sembra una cattiva idea. Un'università della Romagna dove si parla solo dialetto, nella mensa si servono solo piadina e sangiovese, e i residenti della zona hanno un punteggio maggiore agli esami rispetto a chi viene da fuori. Non mi sembra irragionevole.

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    parla lui che ha studiato a Bologna....dai annaspiamo nel tenere aperto l' aereoporto (non voglio far polemica sia chiaro, però voglio dire che non costa come le noccioline), la sanità ecc ecc e vogliamo accollarci un università madddddai!!!!! i soldi sono pochi e non si puo pensare a buttarli cosi! ps Stare sotto a Bologna ti da la possibilità di avere professori di un certo livello (non dico che a forli non ci siano, ma molti a Bo sono veramente qualificati anche con riconoscimenti importanti) ma chi è che gli suggerisce le cose? un normanno? un unno?

  • Avatar anonimo di Poldo
    Poldo

    Così creiamo un altro poltronificio?!? metti che ci aboliscano la provincia... ma vaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -