Gp Australia, Button: "Vittoria importante". Hamilton, il grande deluso

Era l'uomo più temuto dai Red Bull dopo i test pre-campionato. Jenson Button ha cominciato nel migliore dei modi il 2012 dominando per la terza volta negli ultimi quattro anni il Gran Premio d'Australia

Redazione 18 marzo 2012

Era l’uomo più temuto dai Red Bull dopo i test pre-campionato. Jenson Button ha cominciato nel migliore dei modi il 2012 dominando per la terza volta negli ultimi quattro anni il Gran Premio d’Australia. Il campione del mondo 2009 ha costruito il meritato successo sin dal semaforo verde, bruciando il compagno di squadra Lewis Hamilton che partiva dalla pole. Poi per il resto della gara è stato semplicemente perfetto, amministrando le gomme e l’ingresso della safety car.

“E’ una vittoria che dimostra quanto sia stato importante il lavoro che abbiamo fatto in inverno – ha esordito l’inglese. Questo successo è una spinta in più per la squadra”. Button ha tenuto testa alla corsa con facilità: “L’unico momento in cui mi sono preoccupato è stato l’ingresso della safety car – ha ammesso -. Quando si perde il vantaggio e devi pensare ad amministrare i pneumatici la situazione diventa un po’ complicata. Ma ho controllato, è andata bene e sono felice”.

Il grande sconfitto è Hamilton, che sabato pregustava il gradino più alto del podio dopo aver dominato in qualifica. L’iridato 2008 è apparso visibilmente contrariato e poco stimolato a parlare: “Faccio i complimenti a Jenson e alla squadra. Per me è stata una giornata difficile. E’ andato tutto storto a cominciare dalla partenza. Sarebbe stata bella una doppietta. Ma davanti ci sono parecchie gare e ora devo solo mettermi a testa bassa, a cominciare dalla gara in Malesia”.

Jenson Button
f1
formula uno

Commenti