Il 2012 sarà un anno di recessione

"Il 2012 sarà un anno di recessione". E' l'avvertimento del governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, il quale ha invitato a "guardare avanti"

"Il 2012 sarà un anno di recessione". E’ l'avvertimento del governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, il quale ha invitato a "guardare avanti, operare perché con la normalizzazione delle condizioni sui mercati finanziari e del credito sia possibile stabilizzare l'attività produttiva in Italia già nella seconda metà del 2012 e tornare a un'espansione del reddito nel prossimo anno". Le manovre dovrebbero portare nel 2013 a un avanzo primario dell'ordine del 5% del Pil.

Visco ha poi osservato che "i prestiti alle imprese si sono contratti di circa 20 miliardi; l'entità della riduzione", ha rilevato Visco, "è molto elevata nel confronto storico".  Ed un'ulteriore lieve, contrazione del credito “si sarebbe verificata in gennaio", sulla base delle stime preliminari. "La Banca d'Italia – ha aggiunto il governatore sta per fornire alle banche indicazioni volte a orientare le scelte su politiche dei dividendi e remunerazione dei manager".

Ignazio Visco
crisi economica

Commenti