Il sogno di mezza estate: Giochi Olimpici del 2020 in Romagna

Il sogno di mezza estate: Giochi Olimpici del 2020 in Romagna

Il sogno di mezza estate: Giochi Olimpici del 2020 in Romagna

FORLI' - Siamo nel pieno dei Giochi di Pechino 2008. Spunta l'idea di "Romagna 2020". No, non è fantascienza, ma la proposta di un gruppo di imprenditori italiani, soprattutto romagnoli, che vedono in questo territorio, la cui vocazione turistica è unica in Italia, il difetto di non pensare in grande. Ed ecco che si costituisce il comitato "Romagna 2020", con soluzioni ed idee che puntano al futuro, in particolare alla candidatura come sede dei Giochi del 2020.

 

> OLIMPIADI IN ROMAGNA: COSA NE PENSI?

 

Il portavoce, o meglio colui che per primo ha pensato alla fattibilità di questa ipotesi, è Ubaldo Marra, che in questo contesto non appare né in veste di presidente di E-Bus, né in quella di politico: "Non si tratta di una provocazione - sottolinea - ma di una proposta che andrà valutata, messa in piedi da un gruppo di imprese, che prima di settembre non sarà reso noto".

 

Innanzitutto la rete di trasporti: secondo il comitato la Romagna  non è in grado di sostenere 2 strutture aeroportuali e l'ipotesi va a toccare nuovamente la trasformazione dello scalo militare di Pisignano nell'"Aeroporto internazionale di Romagna", proiettato sulla riviera adriatica, dai lidi ferraresi ad Ancona. Per collegare l'aeroporto  alla Tav, basterebbe, come accade in Spagna, prevedere un braccio autonomo della linea ad alta velocità ferroviaria, per ora non prevista dal piano nazionale delle Ferrovie dello Stato.

 

Anche il trasporto metropolitano può essere adeguato: è previsto, tra le polemiche, un trasporto rapido di costa (Trc), tra Rimini e Riccione, ma anche l'esistente tratta ferroviaria, Ravenna-Cattolica potrebbe essere trasformata in una linea trasporto passeggeri. "Non dimentichiamo - specifica Marra - che la metropolitana di Zurigo, viaggia su base ferroviaria. Non solo, anche la tratta Ravenna-Ferrara va portata su base ferroviaria".

 

Per quanto riguarda strade ed autostrade, oltre alle 3 corsie nel tratto dell'A14 Rimini Nord-Pedaso, sono necessari ammodernamenti degli assi viari già esistenti, dalle E45, all'Adriatica, dalla via Emilia, da Imola a Rimini, alle Cervesi di Forlì e Cesena. Inoltre ci sono una serie di piani urbanistici e progetti sul territorio: il recupero dell'area portuale di Ravenna, la ristrutturazione del lungomare di Rimini, l'"atollo" di Riccione".

 

"Tutti questi progetti, se finalizzati ad un obiettivo - spiega Marra - ed interconnessi fra loro, potrebbero essere realizzati in tempi brevi. L'obiettivo potrebbe essere proprio quello della candidatura della Romagna ad ospitare le Olimpiadi del 2020. Le condizioni di massima esistono già". La scadenza sarebbe il 2013.

 

Si parla di un aeroporto internazionale, di impianti sportivi che esistono già e che dovrebbero solamente essere adeguati, la capacità ricettiva alberghiera che in Romagna è unica in Europa. Inoltre la realizzazione di uno stadio capace di 90mila posti: si discute già del nuovo stadio di Rimini, si tratterebbe solo di pensarlo con una maggiore capienza. Infine un villaggio olimpico da 20mila posti: si potrebbe realizzare nelle aree liberate dagli aeroporti di Forlì e Rimini oppure, su un'isola artificiale, autonoma dal punto di vista energetico, con l'obiettivo di costituire una barriera permanente all'erosione delle spiagge, tale struttura potrebbe poi essere trasformata in "area porto franco".

 

Le idee ed i presupposti sembrano esserci. Ora si attendono reazioni e risposte "prima dal basso - conclude Marra - quindi dalle associazioni. Da parte di ambienti industriali forlivesi e ravennati c'è già l'appoggio. Mi piacerebbe che sulla questione ci fosse un atteggiamento bipartisan. Credo che il punto di partenza debba essere la Regione".

 

Info: www.romagna2020.com, 334 9619507, 346 1695370

 

Chiara Fabbri

Commenti (26)

  • Avatar anonimo di emap91
    emap91

    da prima ...3 linee di metropolitana (di cui una che verrà costruita già a partire dall'inizio dell'anno prossimo),4 linee di tramvia ottica di superficie su sede propria(in corso di costruzione), e una monorotaia oltre ovviamente alle solite 3 linee di AV delle fs e altre 2 dell'NTV alta velocità,oltre a ciò,a Bologna come a Rimini si pensa di costruire un nuovo stadio di calcio in provincia,e quindi con più libertà di realizzare infrastrutture di servizio,da 30 40000 posti servito da un sistema di 6 linee di metropolitana suburbana ed extraurbana in corso di realizzazione,ora,è ovvio che con tali potenzialità Bologna non resterà a guardare,ma è anche vero che la difficolta a realizzare a Rimini il nuovo stadio (ammessa dagli stessi giornali romagnoli che ho letto visto ho fatto le vacanze come sempre in riviera:la voce,il corriere,ecc...) può far pensare alla realizzazione dello stadio olimpico per le cerimonie e l'atletica a Bologna,il cui progetto per il nuovo stadio è ancora abbastanza lontano da quello definitivo/esecutivo e quindi facilmente adattabile a maggiori esigenze,mentre quello di Rimini è di prossima realizzazione,prevede solo 15000 posti,si trova nel tessuto urbano ed è quindi praticamente impossibile realizzare attorno le infrastrutture ferrostradali per un olimpiade,attorno ad esso è prevista una ulteriore edificazione per compensarne il costo e chi pù ne ha più ne metta.Tra l'altro lo stesso Marra in un intervista al corriere di romagna da me letta ha detto,cito testuali parole:"per il nuovo stadio pensiamo a Rimini e perchè no anche a Bologna".Ora,è ovvio che se delle olimpiadi romagnole dovesse goderne attivamente (cioè come città ospitante) anche Bologna,la città e la regione (sempre per la solità politica riassunta nel nuovo piano territoriale come "Bologna capitale";) avrebbe tutti gli interessi ad appoggiare convintamente una candidatura Romagna 2020.Resta comunque un impresa moooolto difficile.

  • Avatar anonimo di emap91
    emap91

    Sono di Bologna e quindi mi sento in dovere di rispondere ai lampi di odio di voi romagnoli contro di noi che abbiamo come unica colpa di ospitare la sede della Regione Emilia Romagna (che vi ricordo essere retta proprio da un romagnolo) la quale col nuovo piano di sviluppo regionale ha previsto per i prossimi vent'anni una politica piuttosto "bolognocentrica",quindi è bene che vi mettiate il cuore in pace perchè la questione Ryanair è stata solo l'inizio e che vi piacca o no il capoluogo è Bologna,che si è già sacrificato abbastanza con la politica del policentrismo in vigore dal dopoguerra ad oggi (e che forse ha dato troppe illusioni ai capoluoghi di provincia sia romagnoli che emiliani).Nel ricordarvi che senza "mamma bologna"(come è stata chiamata) l'accordo finalmente raggiunto col governo e la progettazione attualmente in corso della nuova autostrada (solo romagnola e che passa a quasi un centinaio di chilometri dalla vostra odiata mamma) sulla E45 E55 non si sarebbe mai fatta,che il metrocosta di imminente inizio di realizzazione tra Ravenna e Cattolica (sempre a 100 chilometri da Bologna) non si sarebbe mai fatto,che la terza corsia tra Rimini Nord e le Marche sulla A14 non si sarebbe mai fatta,ecc ecc...Passo alla questione olimpiadi,per le quali,se il vostro timore è che Bologna e la regione ostacolino il progetto Romagna 2020 potete stare tranquilli. A Bologna inizieranno a costruire dal prossimo anno,indipendentemente dalle olimpiadi,due città dello sport dell'estensione di 100,150000 mq firmate da architetti famosi con impianti da 15,20000 posti (e non sono per il calcio) serviti in futuro da un sistema di trasporto pubblico costituito da... continua

  • Avatar anonimo di Ordelaffi
    Ordelaffi

    "Credo che il punto di partenza debba essere la Regione": quest'asserzione equivale a una pietra tombale. Vi pare che la Regione Emilia - Bologna possa dare il nulla osta a un'operazione simile?

  • Avatar anonimo di Ordelaffi
    Ordelaffi

    Avete presente l'adagio: "Panem et circenses"? Eccone un esempio. I signorotti locali, dopo aver combinato diversi guai a Forlì, per distrarre la maggioranza ignava, ti propongono lo spettacolo pirotecnico! Complimentoni: cari forlivesi, ultima ruota del carro dell'"Area vasta" per volontà dei vostri amministratori (e di chi li voterà ancora), vi fate ancora prendere per i fondelli? Sveglia! Ma vi pare realistico che nel 2020 abbiamo tutte le infrastrutture necessarie? Ne avremo a malapena per un torneo di bocce! Suvvia, aprite gli occhi. E poi 'sta storia dell'aeroporto a Pisignano dovrebbe irritare ogni figlio di Caterina Sforza, e invece... in ginocchio come al solito, a intonare il De Profundis per una città che non merita tanto disprezzo.

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    Appena letto il titolo ho pensato ad una barzelletta. Col caldo che fa, mi son detto, forse Marra ha preso un colpo di sole. Invece è tutto vero. Certo il fine è bellissimo e sarebbe l'occasione per ammodernare le infrastrutture della nostra Romagna. Di questo ce ne' bisogno a prescindere delle fantomatiche olimpiadi secondo me e lo sottolineo. Ci vorrebbero 4 corsie almeno in A14 (altro che le 3 sotto Rimini) e una E45 senza buche o cantieri (li la terza corsia è un miraggio). Per il 2013 come dice lui non ce la si fa. Pisignano rimarrà un aeroporto militare ancora per diversi anni. Ma Marra presenti pure il suo progettino, candidarsi non costa nulla, basta trovar qualcuno che porta un po in giro i delegati del Cio che valuteranno la proposta. Faccio presente che gia' Roma e Milano hanno perso il loro appuntamento con le Olimpiadi. Il peso di un territorio rispetto ad un altro esiste e come, anche se in romagna si sta bene, non possiamo pensare che un territorio di 1 milione di persone possa elevarsi al rango di citta' o territori economicamente più importanti dei nostri Le Olimpiadi oggi si vincono con i soldi un esempio su tutti è quello di Atlanta che ha soffiato quelle del centenario ad Atene. Diciamo che per come ha saputo gestire l'ATR le premesse per il fallimento dell'iniziativa olimpica ci sono tutte, ma sognare non costa nulla. Sarei contento di sapere chi sono gli imprenditori interessati perché sul sito (un po' deprimente visti gli obiettivi) non li ho scorti.

  • Avatar anonimo di Matteo1
    Matteo1

    Per AST: Infatti metà articolo parla proprio di risistemare le strade e tutto il resto!!!!! Non so se l'hai letto, ma da come hai risposto sembra di no sinceramente :-)

  • Avatar anonimo di AST
    AST

    IN ROMAGNA NO RIESCONO NEMMENO A METTERSI D'ACCORDO PER AGGIUSTARE UNA STRADA. FIGURIAMOCI SE POTRANNO MAI ACCORDARSI PER FARE UN EVENTO IMMENSO COME LE OLIMPIADI... COMINCINO CON LE STRADE, I PONTI, LA VIABILITA' ECC ECC...

  • Avatar anonimo di birillo
    birillo

    ...e perchè mai Napoli DEVE avere la precedenza su Rimini...e la Romagna ? Che si candidi anche Napoli e ce la giocheremo democraticamente. Non bastava Bologna che ci si mette anche Napoli... Senza nulla togliere a Napoli che è veramente una bella città, non so se fra le più belle al mondo, ma merita senz'altro di più. Ma questo dipende dai napoletani, non da noi o dallo stato che fa quello che può. Non che io sia un simpatizzante del Berlusca (non sono nemmeno comunista), ma almeno lui una pezza ce l'ha messa: se poi come gesto simbolico va a spazzare le strade...certi messaggi vanno anche capiti.

  • Avatar anonimo di emanuele28165
    emanuele28165

    che garanzie ci sono che non si trasformi in una colata di cemento?

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    p.s. Polonia e Ucraina organizzano insieme i prossimi Europei di calcio. (forse)

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    Idea di rara difficoltà, ma nulla è impossibile. Se paesi del secondo/terzo mondo come il SUDAFRICA (che organizza i prossimi mondiali di calcio), o la COREA DEL SUD (olimpiadi del 1988) o la POLONIA sono riusciti a organizzare eventi di queste proporzioni, non vedo perchè la Romagna non potrebbe farcela. Dobbiamo renderci conto che siamo tra le zone più avanzate d'Italia sotto quasi tutti i punti di vista, non vedo perchè non si possa pensare in grande. E per quanto riguarda gli stadi e strutture: se ne dovranno costruire per forza di nuovi e moderni, non necessariamente che ospitino 100mila spettatori l'uno...cosa pensate che la Cina avesse tutto pronto? Gli investimenti sarebbero da fare proprio in quelle cose, senza dimenticare, come detto, che i problemi riguardanti aeroporto e viabilità sarebbero i primi da affrontare. Caro Cerullo, c'è un equazione che dovresti valutare: Olimpiadi = milioni di persone = migliaia di tonnellate di rifiuti. Pensi che Napoli sia in grado di risolverla? E' 15 anni che cerca di risolverne una molto più semplice e ancora non ci è riuscita...

  • Avatar anonimo di LIOPx
    LIOPx

    X Salvatore, i problemi non si risolvono aspettando che il tempo li sistemi. w romagna2020 Organizziamo una festa per romagna 2020 ? chi è d'accordo mi scriva alla mail liop@ngi.it

  • Avatar anonimo di rob
    rob

    x salvatore cerullo Sarebbe ora che ognuno cerchi di fare con il suo lavoro senza aspettare, ogni volta e sempre, l'aiuto dello stato. Inoltre trovo di cattivo gusto, indipendentemente dalle scelte politiche, quello di cercare un capro espiatorio come berlusconi.

  • Avatar anonimo di Salvatore Cerullo
    Salvatore Cerullo

    Io credo che in italia abbia molte altre città che per la loro storia e le possibilità che hanno insite nella propria conformazione sociale, andrebbero rilanciate. Napoli, che è una delle città più belle del mondo, dovrebbe essere meta degli investimentidi un progetto del genere. ripulirebbe l'opinione pubblica internazionale di tutti i pregiudizi che le ultime vicende hanno creato su Napoli e sull'italia tutta. Napoli ha la precedenza su Rimini e gli italiani dovrebbero finalmente cominciare a far fronte comune e rinunciare ai particolarismi... altrimenti la strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni, ma non si risolve mai nulla, se non vedere quel Buffone del nostro presidente che ancora una volta specula e si fa vedere in giro con paletta e scopa!!!

  • Avatar anonimo di birillo
    birillo

    Marco, hai ragione. La Romagna non sa pensare in grande. Solo Rimini è riuscita in qualche cosa di eccellente e le altre città non hanno preso esempio. Abbiamo una sorta di complesso di inferiorità, specialmente nei confronti di Bologna e non ho capito il perchè. Forlì, poi, è il massimo: i forlivesi odiano la propria città che la ritengono inferiore in tutto, perchè non la conoscono. Te lo dice uno che era messo allo stesso modo: non vedevo l'ora di andarmene da Forlì e, anni fa, ci sono riuscito con mia somma gioia. Sono stato via 10 anni fra Piacenza, Monza, Milano, Pavia, Lodi, Cremona e Parma: a parte Parma che è una splendida città e piuttosto vivibile, le altre sono un disastro sia dal punto di vista dei servizi che dei rapporti umani. Per non farla lunga, non vedevo l'ora di tornare a Forlì, anzi no, in Romagna. Qui si sta veramente bene e quando dicevo che sono romagnolo ai popoli del nord questi quasi mi invidiavano. Questo per dire che abbiamo tutte le carte in regola per emergere e fare il salto di qualità. Ma questo prima deve partire dalle teste della gente di Romagna che non hanno capito (io ero uno di questi) cosa abbiamo qui. Certo che un olimpiade, per tornare al tema, è un'impresa molto ardua, specialmente per la concorrenza che ci sarà e non certo della modestissima Bologna. Però non è impossibile, come diveco nel mio precedente messaggio, se consideriamo la Romagna un'area metropolitana. D'altra parte abbiamo di tutto, basta solo crederci. Gli investimenti sarebbero ingenti, altro che sistemare il Manuzzi ed il Morgagni !!! Davide, stai proprio parlando da forlivese ! Credici un po' di più nella tua città: tanto da come parli sono certo che sei di Forlì. O sbaglio ? Da altre parti non è meglio, credimi, anzi, spesso è moltom peggio di qui. Crediamoci in questa olimpiade, anche se sono d'accordo che ci vogliono le persone giuste e non certo i ns. governanti locali che al massimo riuscerebbero ad organizzare un festival dell'Unità. Qui ci vuole gente preparata e tanto ! Scusate la lungaggine, ma a me piacerebbe l'olimpiade romagnola come, penso, a tutti. Difficile, ma non impossibile.

  • Avatar anonimo di Marco
    Marco

    Ma perchè non siamo mai in grado di pensare in grande?

  • Avatar anonimo di Davide3
    Davide3

    Hai ragione, basta migliorare un pò il Morgagni ed il Manuzzi, poi qualche rattoppata al Carlo Gotti e... siamo a posto! ma fammi ridere...

  • Avatar anonimo di LIOPx
    LIOPx

    Non sto parlando di forze politiche che si mettono attorno ad un tavolo, almeno non solo, l'importante è che le Imprese del nostro territorio tirino fuori le unghie e... per dare maggior apporto tecnico e economico, poi i politici ci metteranno il loro

  • Avatar anonimo di birillo
    birillo

    Se il punto di partenza è la regione stiamo freschi !!! Guarda cosa è successo con l'aeroporto... A meno che tu non ti riferisca alla Regione Romagna, allora il discorso cambia. Bella idea, difficilmente realizzabile, ma non impossibile. Sarebbe quel salto di qualità che merita la Romagna che andrebbe vista, già da ora, come una grande città di quasi 1.200.000 abitanti. Se restiamo con la matrigna Bologna sate certi che se c'è da pappare ci pensano loro appoggiati da quelle buone lane in regione Emilia. Ma i romagnoli nella giunta regionale (se ci sono) che fanno ???

  • Avatar anonimo di LIOPx
    LIOPx

    Non c'è nessun secondo fine , tutto il progetto utilizza gia infrastutture preesistenti,con migliorie per tutti ,e se si riuscirà sarà un gran sviluppo economico e turistco del nostro territorio, non mettiamo la politica in tutte le salse i, cerchiam di unire le forze tra tutti e squoterci un pochino

  • Avatar anonimo di Davide3
    Davide3

    E' irrealizzabile, magari un bel sogno ma è assurdo snaturare una cittadina che riesce a malapena a soddisfare un aeroporto costruendogliene 2, dei megastadi ecc... Chiaramente c'è un secondo fine in questa proposta.

  • Avatar anonimo di Martino
    Martino

    eh vabbè, faremo Romagna 2024

  • Avatar anonimo di Matteo1
    Matteo1

    In risposta a Luca: Più volte è stato dimostrato che di miopia ce n'è in abbondanza, i due scali romagnoli non chiuderanno secondo me, i soldi per fare un nuovo aeroporto già non ci sono (e quelli non li tira fuori lo stato ma i privati al giorno d'oggi). A parte questo l'idea piace anche a me, non ho detto che è brutta, è solo mooolto difficile da realizzare...per il tempo a disposizione...

  • Avatar anonimo di Matteo1
    Matteo1

    Dimenticavo di dire, inoltre, che l'aeroporto dovrebbe ALMENO essere Intercontinentale e non internazionale. Non penso che chi organizza i giochi voglia far arrivare tutti gli atleti mondiali da Roma o Milano... E visto che Bologna di rotta intercontinentale ha solo New York...

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    E' un'idea meravigliosa, difficile ma non impossibile.I soldi li deve tirare fuori (nel caso andasse tutto bene) lo stato perchè le olimpiadi portano benefici a tutto il paese.. e gli aeroporti chiuderanno se non sono miopi i loro presidenti ma soprattutto i loro soci: comuni provincie camere di commercio e tutto il resto del quarantotto...

  • Avatar anonimo di Matteo1
    Matteo1

    L'idea è alquanto "fantascientifica" a mio giudizio... A parte i tempi biblici che ci vorrà per organizzare il tutto, i soldi chi li tirerà fuori??? In pratica si sta parlando di ammodernare tutta la Romagna (e l'idea è bella) ma non mi sembra affatto ralizzabile... Anche l'idea dell'aeroporto di Pisignano è infattibile e per i tempi e per i costi (ma questo rientra già in quello da me detto sopra) e poi chi si prenderà la briga di chiudere i due aeroporti di Forlì e Rimini? E pensate che Bologna e l'Emilia stiano in poltrona a guardare? Non credo proprio!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -