La Provincia con uno sguardo in Europa

La Provincia con uno sguardo in Europa

L'ultimo decennio ha posto in evidenza il processo di globalizzazione, che domina le relazioni finanziarie, economiche sociali e le loro ripercussioni sulla scala locale. È emersa sempre con maggiore preponderanza il ruolo della informatizzazione, e quindi il crescere del ruolo della "conoscenza".

In risposta a questi processi si sta cercando in Europa di perseguire uno sviluppo sostenibile sul piano ambientale, economico, sociale, istituzionale, che si traduce in nuove politiche ed in conseguenti strumenti tecnologici, organizzativi, formativi, partecipativi, capaci di promuovere un nuovo equilibrio mondiale, una migliore distribuzione della ricchezza r una maggiore equità nell'utilizzo delle risorse.

Il nostro territorio si trova al centro di questi processi e, in conseguenza si trova investito da nuove domande sociali, domande di qualità, di efficienza, di sostenibilità e di identità che richiedono risposte nuove.

Alla nostra Provincia si aprono nuovi orizzonti, un nuovo senso di appartenenza a reti complesse e fortemente innovative, accettandone i rischi e le nuove opportunità. Il nostro territorio può valorizzare il patrimonio sociale, la propria identità Romagnola, il nostro civismo, la nostra creatività imprenditoriale.

Questo è il corretto quadro di riferimento sul quale si basa il Bilancio di Previsione dell'Amministrazione Provinciale di Forlì-Cesena, per l'anno 2005 ed il poliennale 2005 ? 2007.

Mentre si chiedeva all'Unione Europea una rivisitazione in chiave meno vincolistica, del Patto di stabilità, il Governo nazionale dimostrando ancora una volta la poca coerenza, ha per la prima volta, oltre a ridurre i trasferimenti, posto un vincolo di incremento sia sulle spese correnti, sia su quelle di investimento. Limitando conseguentemente la possibilità di far svolgere agli enti territoriali quel ruolo di supporto allo sviluppo locale, alla coesione sociale ed alla qualità della vita che era e rimane uno degli obbiettivi primari degli enti del nostro territorio.

Vale la pena ricordare che la quota di partecipazione, per l'anno 2004, al gettito IRPEF del nostro territorio ammontava a 7 milioni di Euro ed è stata ridotta a 6,5 Milioni di Euro, riduzione che si rifletterà anche nel 2005.

Le principale voci di entrata del nostro bilancio sono determinati da compartecipazioni a gettiti riscossi da altri enti (di seguito oggetto dell'entrata Importo in migliaia di euro e percentuale sulle entrate)

ENTRATE TRIBUTARIE

1) Compartecipazione sui consumi elettrici 6.500 - 16,60%

2) Compart. all'imposta sulla trascrizione degli autoveicoli 8.800 - 22,50%

3) Compart. Sull'R.C. auto 15.300 - 39,07%

4) Compart. All'IRPEF 6.551 - 16,73%

5) Tributo per la protezione dell'igiene ambientale 2.000 - 5,10%

ENTRATE DA TRASFERIMNETI

6) Trasferimenti Statali 77 - 0,29%

7) Trasferimenti Regionali 5.151 - 19,91%

8) Trasferimenti Regionali per funzioni delegate 19.237 - 74,33%

9) Altri Trasferimenti 1.414 - 5,46%

10) ENTRATE PROPRIE 3.918 - 100,00%

SPESE CORRENTI 67.152 - 97,37%

Avanzo economico destinato agli investimenti
1.813 - 2,63%

Il piano degli investimenti per il triennio 2005 - 2007 prevede interventi complessivi ? 64.555.161. Un impegno estremamente consistente considerate le limitazioni della finanziaria 2005, ed è così scaglionato (si mostrano Area di intervento e importi previsti per gli anni 2005, 2006 e 2007, e l'importo totale nel triennio):

Manutenzione scuole-fabbricati: 4.430.000 - 4.400.000 - 4.060.000 - tot. 12.890.000 Viabilità Forlì:17.503.273 - 4.600.000 - 4.850.000 - tot.26.953.273 Viabilità Cesena: 6.740.887 - 5.400.000 - 4.500.000 - tot. 16.640.887 Agricoltura: 3.117.000 - 2.477.000 - 2.477.000 - tot. 8.071.000 TOTALE 31.791.161 - 16.877.000 - 15.877.000 - tot. 64.555.161

Puntiamo a garantire l'equilibrio dei conti, ma vogliamo nel contempo continuare a dare il supporto possibile, sulla base delle nostre responsabilità, alle politiche sociali che il nostro territorio richiede .

Vogliamo garantire che la qualità ambientale continui ad essere un fattore distintivo del nostro territorio a tutela di tutti coloro che amano e sono attratti dalle nostre bellezze paesaggistiche e culturali.

Siamo consapevoli dell'importanza delle politiche dell'innovazione che intendiamo concretizzare anche ampliando e riempiendo di contenuti la rete digitale già in fase di realizzazione.

La nostra Provincia promuoverà e parteciperà ai progetti di sviluppo che sono necessari alla nostra competitività e che danno consistenza alle idee emerse dalla Conferenza sulla Strategia ed il Governo del Territorio.

Tutto ciò guardando all'Europa come una grande opportunità e garantendo al sistema Romagna il massimo di sviluppo all'interno di una grande Regione che una delle prime in Europa per sviluppo economico e qualità della vita.

Orazio Manuzzi
Consigliere Provinciale

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -