La verità di Ruby: "Berlusconi mi ha cantato una canzone"

La verità di Ruby: "Berlusconi mi ha cantato una canzone"

La verità di Ruby: "Berlusconi mi ha cantato una canzone"

"Silvio non sapeva che ero minorenne". Così Ruby racconta ad Oggi la sua storia, balzata alle cronache negli ultimi giorni. Karima El Mahroug, questo il suo vero nome, ha compiuto 18 anni il primo novembre. "La mia sola colpa è stata quella di aver mentito sull'età. La colpa di Silvio, invece, è quella di fare entrare in casa sua gente che non conosce", sostiene la ragazza, che afferma di essere stata ad Arcore una sola volta: "Non abbiamo mai fatto sesso".

 

Lei, il 14 febbraio scorso, era a casa del Premier, ma ci tiene a precisare che nessuno sapeva la sua età: "Ho detto a tutti che avevo 24 anni". L'ha portata con sé un'amica che sperava che Berlusconi potesse aiutarla: "Quando ho visto quel villone ho chiesto alla mia amica dove fossimo. E lei mi ha detto "Dal presidente". M'è preso un colpo. Io fino a pochi mesi prima dormivo su una panchina a Catania".

 

Poi racconta i dettagli della serata: "Mi ha detto che ero elegantissima e che ho le gambe lunghissime", racconta la ragazza ad Oggi. "Abbiamo parlato di tutto tranne che di politica. A parte Silvio che prendeva in giro politici di sinistra, tipo Bersani. Ci ha fatto vedere una statua di marmo con la sua faccia e il corpo di Superman. Poi mi ha dedicato una canzone, perché ero nuova. Mi ha cantato Se tu non fossi tu di Apicella. Poi Silvio ci ha regalato una collana di Damiani con un cuore perché era San Valentino". Ruby conferma la presenza di Emilio Fede e di Lele Mora.

 

Prima di andare via lui la fa salire nel suo ufficio, racconta, le avrebbe dato una busta con 7mila euro. Poi: "Non sono un uomo cattivo, non stare sulle tue".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di rasellaguido
    rasellaguido

    Proprio,"Arrivederci Roma" ma non alludeva a quella di Totti.-

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -