Malattie rare: 40% di diagnosi iniziali sbagliate

Malattie rare: 40% di diagnosi iniziali sbagliate

Malattie rare: 40% di diagnosi iniziali sbagliate

I 'Figli di un male minore', ovvero coloro che sono colpiti da malattie rare, nel 40% dei casi sono vittime di una diagnosi iniziale sbagliata. E' stato ricordato in occasione dell'incontro organizzato al Teatro Argentina di Roma, dalla Fondazione Luca Barbareschi, con la collaborazione di Farmindustria. Sono 2milioni gli italiani colpiti da questo tipo di patologie, che, nel 25% dei pazienti, richiedono, per la conferma della diagnosi, un'attesa che va dai 5 ai 30 anni.

 

Lo studio è stato realizzato in Europa da Eurordis, in particolare sui ritardi nella diagnosi di 8 malattie rare. Solo una piccola parte delle oltre 7mila esistenti, ma che già mette in evidenza le enormi difficoltà in questo campo della medicina. Il 75% delle malattie rare colpisce bambini e coinvolge il 3-4% dei neonati e almeno l'80% ha un'origine genetica. Oltre 20mila nuovi casi in Italia ogni anno.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -