MELDOLA - Nervegna (FI): il torrione del castello di Teodorano è instabile

MELDOLA - Nervegna (FI): il torrione del castello di Teodorano è instabile

MELDOLA - All’interno del Castello di Teodorano, ai confini di Meldola, importante reperto storico/architettonico risalente all'inizio dell'XI secolo, conquistato nel 1502 da Cesare Borgia che ne fece radere al suolo parte delle mura, è ubicato un torrione che si presenta in condizioni precarie di instabilità. All’interno di questo è installato un serbatoio di acqua potabile in gestione alla società Hera.


E qui nasce il problema, evidenziato da un’interpellanza da Antonio Nervegna consigliere regionale del gruppo Forza Italia, che ricorda: “Già nei primi anni novanta la precedente Azienda consorziale servizi (CIS) aveva dato la disponibilità a realizzare i lavori di restauro e consolidamento del torrione poiché la presenza del serbatoio avrebbe contribuito a compromettere le condizioni di sicurezza statica;

da allora, però, non si è mai dato corso ad alcun intervento di restauro e consolidamento”.


Ritenuto che le condizioni di precarietà del torrione del Castello di Teodorano possano aggravarsi e determinare un deterioramento dell’importante testimonianza storica di pregio architettonico per tutta la vallata, Antonio Nervegna chiede alla Giunta regionale se non ritenga opportuno che Hera individui una soluzione diversa per la collocazione del serbatoio di acqua potabile, al fine di “liberare” da questo utilizzo improprio il Torrione. Inoltre l’esponente azzurro richiama la stessa Azienda alle proprie responsabilità affinché siano avviati con urgenza i lavori di restauro e consolidamento al fine di salvaguardare e valorizzare l’importante testimonianza storica rappresentata dal Castello di Teodorano e dalla sua torre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -