Piazze affollate per gli oltre 300 eventi del Capodanno di Visit Romagna  

Fino all’Epifania tutti i territori offrono appuntamenti di ogni genere, con la tradizione, il relax, la cultura o il divertimento per tutte le età

Più di 1200 alberghi aperticon presenze vicino al “tutto esaurito” non solo sulla Riviera ma anche in molti borghi dell’entroterra e nelle città d’arte, oltre 300 appuntamenti in calendario tra dicembre e l’Epifania di cui quasi cento solo nella Notte appena trascorsa, superati i tre milioni di contatti sui social network: i fuochi di artificio che alla mezzanotte di ieri hanno salutato l’arrivo del 2019 in tutta la Romagna, da Comacchio fino a Cattolica passando per Faenza e Cesenatico, hanno idealmente celebrato anche il successo del primo Capodanno a marchio Visit Romagna, il nuovo brand territoriale che unisce le province diFerrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini.

“La Romagna, 12 anni fa, si è inventata il Capodanno dell’estate, cioè la Notte Rosa. Oggi possiamo dire con orgoglio che la Romagna ha inventato una nuova formula vincente: il Dicembre che è solo un Agosto meno caldo, ma con la stessa voglia di divertirsi, riempire le piazze e stare assieme- commenta il presidente di Visit Romagna e sindaco di Rimini Andrea Gnassi-. Visit Romagna si impone con una forza unica, nel panorama variegato degli spettacoli di fine anno: un unico, enorme palcoscenico che da Cattolica ai Lidi di Comacchio, da Natale al Capodanno, ha aggregato centinaia di migliai di persone da tutto il Paese. Il risultato è ancora più bello perchè l’abbiamo ottenuto superando di slancio i campanilismi in favore di una unione che mai come in questo caso fa la forza, perchè ogni territorio ha una o più peculiarità e caratteristiche che ci permettono di attirare persone con stili di vita e interessi differenti. La Romagna fa scuola anche a Natale e a Capodanno. Alcuni anni fa solo a dirlo sarebbe scappato un sorriso a più d'uno. Oggi invece...Romagna, lo dici e sorridi per la sua straordinaria capacità di inventare, creare, generare interesse e attenzione con prodotti e emozioni uniche”.

“Per il mio ruolo istituzionale e come romagnolo, è davvero una soddisfazione vedere la Romagna finalmente come un’unica grande destinazione - commenta l’assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna Andrea Corsini – a vantaggio dell’appeal del prodotto turistico. Senz’altro il Capodanno rappresenta una delle migliori opportunità in termini di promozione e ricaduta economica grazie ad un’offerta sempre più convincente e identitaria, funzionale anche al dialogo con nuovi mercati, in parallelo a quellitradizionalmente affezionati alla Riviera. Soprattutto la Romagna è oggi una Destinazione Turistica con una forte attrattività non solo nei tradizionali mesi estivi ma tutto l’anno e in particolare durante le vacanze di fine anno. Questa è una ulteriore dimostrazione di come la legge regionale che ha introdotto le Destinazioni Turistiche abbia prodotto un salto di qualità i termini di prodotto e di presenze nazionali e internazionali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo l’anteprima di domenica, che ha visto protagonisti i Maneskin a Riccione, Daddy G a Rimini e il trio Gionny Scandal, Biondo e Giulia Penna a Bellaria, nella notte di San Silvestro la Romagna ha dato il meglio di sé, mettendo in mostra la sua offerta che risponde a tutti i gusti e gli interessi: a Riccione si è ballato con Deejay On Stage, a Rimini decine di migliaia di persone hanno prima assistito al concerto di Nek in piazzale Fellini e poi in centro ai dj set di Marco Rissa dei Thegiornalisti e di Cosmo (oltre ad affollare le “mille e una festa” diffuse per il centro storico), a   Bellaria hanno intrattenuto il pubblico Enrico Ruggeri, Federico Angelucci e la special guest Baby K, Santarcangelo di Romagna è diventata il palcoscenico per il concerto dei Modena City Ramblers e per il dj-set degli Africa Unite, mentre Cesena ha accolto il nuovo anno con le note swing di Paolo Belli. A Ravenna ha risuonato potente il gospel di Cheryl Porter, mentre a Forlì ha stupito lo spettacolo di danza aerea Quadro, un palco sospeso a una decina di metri di altezza e aFerrara il Castello Estense, dopo aver preso fuoco nel tradizione incendio scenografico di fine anno, ha ospitato la festa di ScuolaZoo. Ieri sera in Romagna ogni piazza era una festa: a Cesenatico si ballava specchiandosi nel porto leonardesco, a Cervia sotto l'antica Torre, a Milano Marittima di fianco alla pista di pattinaggio più grande d'Europa, a Comacchiodi fronte al Trepponti.  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -