Pistola rubata e soldi falsi, condannato Fabrizio Corona

Pistola rubata e soldi falsi, condannato Fabrizio Corona

Pistola rubata e soldi falsi, condannato Fabrizio Corona

MILANO - Doveva rispondere delle accuse di detenzione e ricettazione di una pistola rubata e di detenzione e spendita di banconote false. Fabrizio Corona, al termine del processo che si è svolto con rito abbreviato, è stata condannato dal Gup di Milano Mariolina Panasiti a 4 mesi di reclusione e 400 euro di multa, convertiti in una pena pecuniaria di 4.560 euro. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna più severe a due anni di reclusione.

 

La pistola, una Flobert 6 millimetri, era stata trovata dalle forze dell'ordine nella casa dell'ex agente fotografico durante una perquisizione successiva al suo arresto nel marzo del 2008. Corona era stato fermato da una pattuglia nei pressi di Orvieto al volante della sua Bentley, dopo aver cercato di piazzare soldi falsi a un benzinaio in autostrada e gettato dal finestrino un sacchetto contenente 17 banconote false.

 

Il giudice lo ha condannato in continuazione solo per quanto concerne la detenzione e spendita delle banconote, con il patteggiamento ad un anno e mezzo di reclusione che Corona aveva avuto per i fatti di Orvieto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -