Predappio: picchiò carabiniere, condannato leader della destra radicale

Predappio: picchiò carabiniere, condannato leader della destra radicale

Predappio: picchiò carabiniere, condannato leader della destra radicale

PREDAPPIO - Picchiò un carabiniere in borghese a Predappio nel 2004 in occasione dell'anniversario della morte del Duce. Gianluca Iannone, 33 anni, è stato condannato dal giudice Giorgio Di Giorgio a quattro anni di reclusione. L'uomo, conosciuto a livello nazionale per essersi candidato al parlamento nel 2006 come indipendente per la Fiamma tricolore, era imputato insieme a Cristiano e Paolo Sebastianelli e a Rainaldo Graziani. Quest'ultimi sono stati assolti.

 

L'episodio si consumò il 25 aprile di quattro anni fa in occasione delle celebrazioni dell'anniversario della morte di Benito Mussolini. Secondo quanto ricostruito dall'accusa, il carabiniere in borghese era intervenuto per sedare una discussione che vedeva coinvolti la guardia d'onore organizzata dai giovani di destra ed un visitatore perché vestito in modo non adeguato. Sembrava che tutto fosse finito lì.

 

Alcune ore più tardi il carabiniere, mentre si trovava in un bar di Predappio, è stato raggiunto da un gruppo di individui vestiti con giubbotti verdi ed anfibi. Il militare venne colpito con calci e pugni. L'intervento di alcune persone misero in fuga gli aggressori. Il giudice Giorgio Di Giorgio ha riconosciuto colpevole dell'episodio il solo Iannone, mentre gli altri tre imputati sono stati assolti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -