Ravenna, le matricole in aumento del 22% e l'università è collegata al territorio

Ravenna, le matricole in aumento del 22% e l'università è collegata al territorio

Ravenna, le matricole in aumento del 22% e l'università è collegata al territorio

RAVENNA - Matricole in aumento, laureati che trovano lavoro nel 75-80% dei casi grazie al legame col mondo imprenditoriale, laboratori di ricerca e insediamenti nuovi per gli studenti. E poi, alle porte, la candidatura a citta' europea della cultura 2019, che puo' allargare ancora lo spettro d'azione dell'Ateneo. Ravenna "negli ultimi dieci anni ha avuto un'attenzione crescente per l'universita'", dice il sindaco, Fabrizio Matteucci, che ha accolto il rettore dell'Ateneo di Bologna, Ivano Dionigi, a Ravenna.

 

E il sindaco, nel promuovere "un matrimonio con l'Ateneo di Bologna, per promuovere la Ravenna dei nuovi talenti", fa il punto della situazione dell'universita' ravennate.  Il numero delle matricole e' aumentato anno dopo anno, fino a raggiungere per quello in corso il +22%: 1.200 matricole su 3.500 studenti iscritti a Ravenna. Un trend di crescita che e' stato raggiunto "grazie alla  condivisione degli obiettivi anche da parte di un corpo docente particolarmente impegnato a legare i corsi di laurea alle domande di qualificazione della realta' produttiva e delle nostre imprese", aggiunge Matteucci.

 

Tra gli esempi c'e' il legame col porto di Giurisprudenza e Ingegneria, il restauro e il Parco di Classe con la collaborazione di Conservazione dei Beni Culturali, "che ci rappresenta negli scavi archeologici in tante parti del mondo". E ancora, c'e' il rapporto con l'ambiente e l'energia di Scienze Ambientali, con Infermieristica e Logopedia per la Facolta' di Medicina, con il

mare e la difesa della costa per Scienze e Biologia Marina.

 

Per non dimenticare, poi, i laboratori di ricerca e sedi di studio, con borse di studio e premi di tesi

(200 all'anno), finanziate direttamente dal sistema imprenditoriale, da Confindustria all'artigianato, dalle associazioni del commercio all'Eni, all'Enel, all'Autorita' portuale. Alma Laurea, peraltro, vede i "nostri" laureati capaci di inserirsi nel mondo del lavoro con percentuali medie del 75-80%. Questi risultati rappresentano per Ravenna e tutta la Romagna "il prodotto piu' felice della scommessa che abbiamo fatto vent'anni fa e che abbiamo vinto tutti assieme: l'Ateneo di Bologna, Ravenna e la Romagna", aggiunge Matteucci, che fa appello al rettore perche' abbia "un'attenzione straordinaria,che io chiamerei di salvaguardia e di nuova fiducia". (Dire)

Commenti

    Notizie di oggi

      I più letti della settimana

      -
      -