Riccione: al via gli incontri del Mediterraneo dedicati all'Iran

Riccione: al via gli incontri del Mediterraneo dedicati all'Iran

RICCIONE - Tre dibattiti, 5 proiezioni, 2 mostre, uno spettacolo teatrale. Il tutto dedicato all'Iran. Sono questi gli appuntamenti dell'ottava edizione degli "Incontri del mediterraneo", che iniziano giovedì 5 novembre per terminare sabato 28 novembre.

 

La manifestazione, giunta quest'anno alla ottava edizione è organizzata dal Comune di Riccione, dall'Associazione Michele Pulici e dal Pool di solidarietà della Petroltecnica.

 

"Sono diversi anni che stiamo pensando di organizzare gli Incontri del Mediterraneo dedicati all'Iran - spiega Maurizio Pulici dell'Associazione Michele Pulici - L'Iran è, infatti il paese con il quale avremmo voluto iniziare il nostro percorso, visto il ruolo fondamentale che ha sempre avuto nel conflitto Israelo - Palestinese. Ma abbiamo ritenuto poi concentrarci su altre realtà e arrivare preparati a parlare di una realtà così complicata ma sicuramente fondamentale del Medio Oriente. Oggi l'Iran è spesso al centro dell'attenzione sia per la questione nucleare, sia per il dibattito sulla democrazia, quindi abbiamo ritenuto fosse il momento giusto per approfondire la conoscenza di questo paese".

 

Il programma degli eventi è ricco e variegato: rassegna cinematografica, seminari con le scuole, incontri per studenti, spettacoli teatrali,  incontri di approfondimento sulla realtà iraniana,  saranno le iniziative della manifestazione a cui parteciperanno, scrittori, giornalisti ed esperti.

Rassegna cinematografica. Sarà ospitata alla Cineteca di Rimini e verranno proiettati: Il sapore della ciliegia di Abbas Kiarostami,  Il cerchio di Jafar Panahi, Il tempo dei cavalli ubriachi di Bahaman Ghodadi.

 

"La dimensione interculturale: promuovere l'autorappresentazione dei giovani". Durante questo seminario sulla scuola si affronterà una riflessione sulle seconde generazioni -  figli di immigrati nati in Italia o all'estero  -  (percorsi di cittadinanza nella scuola e nella società,  forme associative tra immigrati e nativi,  espressioni culturali e artistiche)  e sulle buone pratiche di integrazione sperimentate nelle scuole dell'infanzia e dell'obbligo del territorio.  Il seminario occuperà tutta la giornata del 18 novembre (palazzo del turismo di Riccione) con presentazione di laboratori di scrittura, video, web tv, performances musicali e artistiche di associazioni che si presentano e si raccontano, percorsi didattici per la costruzione delle competenze per una buona cittadinanza. Obiettivo di quest'anno, mettere in rete tutti gli eventi che si occupano di intercultura. Saranno presenti gli organizzatori di Interazioni di Rimini, la Mier (rete dei media interculturali dell'Emilia Romagna), TogethEr ( la rete che riunisce le associazioni interculturali dell' Emilia Romagna).

 

Sarà poi legato al tema dell'intercultura il documentario che verrà proiettato sabato 28 novembre a Rimini (cinema Tiberio): si tratta di "Come un uomo sulla terra", il documentario che attraverso le testimonianze dirette dei migranti racconta il dramma dei viaggi della speranza dall'Africa all'Italia.

 

Incontri con le scuole superiori. Gli incontri con gli studenti degli Istituti Superiori, in particolare sul tema "Democrazia in Iran" (dal 16 al 18 novembre) si terranno a Morciano di Romagna, Riccione e Rimini nei locali delle rispettive scuole.

Tre gli incontri nelle scuole che saranno dedicati al tema: le donne, la lotta per la democrazia in patria ed integrazione in Italia. Relatrice sarà la documentarista  Mahvash Sheikholeslami.

 

Il 17 novembre alle 21, sarà proiettato il documentario "Where  do i belong?". Il documentario di Mahvash Sheikholeslami  che affronta un fenomeno insolito e raramente-discusso: le relazioni nuziali con donne Persiche da parte di afgani. Questo accade nonostante conflitti culturali. Con questo documentario la Sheikholeslami racconta i profili di molti uomini e donne e li fa parlare di problemi personali come amore, identità personale, l'identità culturale e accettazione dell'altro. Un percorso che racconta uno spaccato insolito dell'Iran.

 

"Iran: le nuove generazioni, tra repubblica islamica e democrazia" Questo l' incontro previsto per il sabato 14 novembre  alle 21 al Palazzo del Turismo che metterà a confronto giornalisti, scrittori ed esperti. Moderatrice dell'incontro sarà la giornalista ed inviata del Tg3  Lucia Goracci. Tra gli ospiti anche l'inviata speciale di Repubblica Vanna Vannuccini, l'iranista Alessandro Cancian, il giornalista iraniano Ahmad Rafat, lo scrittore Antonello Sacchetti e l'esperta e storica dell'Iran, Felicetta Ferraro.

 

Non mancherà lo spettacolo teatrale dedicato all'Iran. Sarà  la Compagnia dell'Argine, a portare sul palco uno spettacolo tratto dalle liriche della poetessa iraniania Forugh Fazzokhzad. Ad interpretarle sarà l'attrice Deborah Fortini.

 

Due invece saranno le mostre proposte: "Disegnidisogni" mostra di arte figurativa iraniana e "Donne in Iran" mostra fotografica di Yuri Ciani curata dall'associazione Le Nuvole.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -