Ritrovati novanta italiani dispersi nel sud-est asiatico

Ritrovati novanta italiani dispersi nel sud-est asiatico

ROMA - Si riaccende la fiammela della speranza per i 660 italiani dispersi nel sud-est asiatico, che ora diventano 570. Si perchè 90 connazionali, che rientravano nella lista dei dispersi nelle zone colpite dal terribile maremoto che ha devastato il sudest asiatico, sono stati rintracciati. Lo ha riferito ieri la Farnesina al termine di un vertice cui hanno partecipato i ministri degli Esteri e dell'Interno, Gianfranco Fini e Giuseppe Pisanu, il responsabile della Protezione civile, Guido Bertolaso e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta. Il nuovo elenco è stato stilato grazie a controlli incrociati.

La maggior parte dei connazionali di cui non si hanno ancora notizie sono concentrati in Thailandia e Sri Lanka.

Prosegue, intanto, il lavoro di identificazione delle vittime. Dall'Italia saranno inviati i campioni di Dna prelevati dai congiunti delle persone non ancora rintracciate per poter procedere agli accertamenti.

L'Europa nel frattempo ha indetto per il 5 gennaio una giornata di lutto

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -