Santa Sofia: dal monastero di Stade a Roma, lungo la Via Romea

Santa Sofia: dal monastero di Stade a Roma, lungo la Via Romea

Nella prima metà del 1200 l'Abate Alberto partì dal suo monastero di Stade, nel nord della Germania, per recarsi in pellegrinaggio a Roma. Nel suo lungo cammino attraversò anche la Romagna, passando da Ravenna, Forlì, Meldola, Galeata, Bagno di Romagna, passo Serra. Il percorso toccò poi Arezzo, Castiglion del Lago, Città della Pieve per congiungersi verso Viterbo, con la Via Francigena che conduceva i pellegrini dalla Francia a Roma lungo la parte tirrenica della penisola. Il suo percorso compiuto nel ritorno verso Stade è descritto anche negli "Annales Stadenses".

 

Al pellegrinaggio compiuto dall'Abate è dedicato oggi un convegno, "Da Stade a Roma, la Via Romea", finalizzato alla valorizzazione di quest'antica via che attraversa l'Europa. Organizzato dall'Accademia Pasquale II con il patrocinio dei Comuni di Santa Sofia, Galeata e Premilcuore, il convegno si tiene nella giornata di domenica 6 dicembre a Capaccio, nel Centro Operativo di Romagna Acque. 

 

Partecipano all'incontro i rappresentanti dell'Associazione dei 28 Comuni interessati dalla Via Romea in Germania, da Stade a Mittelwald. In accordo con questa Associazione è stato infatti definito un tracciato che sarà proposto alle istituzioni del territorio, affinché si metta in atto la segnalazione e la valorizzazione di questo percorso.

 

La relazione introduttiva generale, dal titolo "Le vie del pellegrinaggio per Gerusalemme, Roma e Santiago", è affidata al professor Paolo Caucci Von Saucken, docente all'Università di Perugia; Andreas Memmert, Borgomastro di Schladen e presidente dell'Associazione dei Comuni tedeschi parlerà quindi de "La Via Romea in Germania".

 

Rodolfo Valentini di Galeata, Accademico dell'associazione Pasquale II, illustrerà il percorso della Via Romea dal Brennero a Roma, con particolare riferimento al tratto emiliano e romagnolo; Giovanni Caselli di Bibbiena, antropologo e scrittore, porrà invece la sua attenzione sul tratto "dal Casentino al congiungimento con la Via Francigena". Il dottor Uwe Schott, teologo e umanista, presenterà infine una comunicazione relativa al prossimo convegno, in programma a Monaco di Baviera dal 12 al 16 maggio del 2010.

 

A fare gli onori di casa è Romagna Acque Società delle Fonti, che ospitando il convegno nel suo Centro Operativo di Capaccio ne consente la realizzazione.

Commenti

    Notizie di oggi

      I più letti della settimana

        -
        -