Si respira aria pessima in tutta la Romagna, maglia nera a Rimini

Si respira aria pessima in tutta la Romagna, maglia nera a Rimini

La mappa delle aree più inquinate in Europa, ben visibile la pianura Padana

FORLI' - Si respira aria pessima in tutta la Romagna. Nonostante il blocco della circolazione di giovedì i valori del Pm10, le polveri fini che determinano l'inquinamento dell'aria, sono tutti sopra la soglia, ad accezione di Ravenna, che per ora risulta la città con l'aria meno "malata" del resto della Romagna. L'aria peggiore oggi si registra a Faenza, mentre è Rimini la città che detiene lo scettro di quella più a lungo inquinata in questo primo mese e mezzo del 2010.

 

I giorni di sforamenti dei limiti, a Rimini, sono stati ben 30 sui primi 50 giorni dell'anno. Segue Forlì con 28 sforamenti, Savignano 27, Imola e Faenza 25, Ravenna 23 e Cesena 21. Tutte le città si avvicinano pericolosamente alla soglia dei 35 sforamenti, oltre i quali arrivano le sanzioni europee.

 

Nella giornata di oggi venerdì Faenza ha registrato un picco di 71 microgrammi di pm10 per metrocubo d'aria, seconda è Cesena, con 68. Forlì e Rimini, oggi, hanno un dato pari a 66, Imola 54. Solo Ravenna è sotto la soglia, ma per un soffio: è stata registrato un livello di pm10 pari a 50.

 

Intanto, mentre in Emilia fioccano le adesioni ufficiali alla domenica ecologica "padana" promossa dai sindaci di Milano, Moratti, e di Torino, Chiamparino, in Romagna le amministrazioni sono in fase di attesa. Infatti, tranne il Comune di Forlì, nessun capoluogo ha per ora annunciato ufficialmente la propria adesione al blocco del 28 febbraio. Rimini, in particolare, pur avendo il record di sforamenti in Romagna, è fredda sull'iniziativa, dando la propria adesione all'iniziativa collettiva per ora solo al 50% percento.

Commenti

    Notizie di oggi

      I più letti della settimana

        -
        -