TENNIS - Renzo Furlan nel 2006 nella squadra di A2 del Tc Massa Lombarda

TENNIS - Renzo Furlan nel 2006 nella squadra di A2 del Tc Massa Lombarda

MASSA LOMBARDA - Si chiude con il botto un'annata importante per il Circolo Tennis Massa Lombarda, quella di una ricorrenza speciale come i 40 anni della fondazione del club. Una volta tanto il botto non arriva da un risultato di rilievo quanto piuttosto da un annuncio, quello effettuato da Fulvio Campomori, responsabile del settore agonistico, nel corso della tradizionale cena di fine stagione al ristorante Syrenè di Granarolo Faentino, subito dopo aver tirato le somme del 2005 che sta per andare in archivio.

Un annuncio a sorpresa, che metterà in fibrillazione gli appassionati della racchetta romagnoli, sempre molto attenti a quel che succede intorno a loro. Nel team che nel 2006 disputerà il campionato di serie A2 maschile ci sarà infatti anche un ex Top 20 del mondo, uno dei giocatori italiani arrivati più in alto nel ranking Atp: si tratta di Renzo Furlan, 35enne veneto che vanta in carriera come miglior classifica mondiale la 19ª posizione, con due titoli del circuito principale in bacheca (Casablanca e San Josè nel 1994) oltre a cinque finali e un totale di 19 match giocati in Coppa Davis (con un bilancio di 10 vittorie, battendo avversari del calibro di Enqvist, Albert Costa, Chesnokov e Ferreira, e 9 sconfitte), attualmente responsabile del centro tecnico federale di Tirrenia e classificato 2.1 nelle graduatorie nazionali (nella passata stagione ha difeso i colori dei veronesi del San Giovanni Lupatoto nel campionato di B1).

"E' davvero un nome di grande prestigio – sottolinea Campomori – che catalizzerà attenzione e interesse intorno al nostro circolo, anche perché ci ha dato la sua disponibilità per svolgere iniziative indirizzate ai ragazzi e persino una serata particolare dedicata a tali scopi promozionali. Per questo colpo ad effetto è giusto ringraziare Michele Montalbini, che da anni con il progetto Easy Tennis collabora strettamente con il nostro circolo e ora fa parte dello staff tecnico di collaboratori di Furlan. Chiaramente la sua presenza sarà vincolata agli impegni di lavoro con la federazione come responsabile degli under 18, ma Renzo ha operato questa scelta proprio per seguire da vicino uno dei giovani convocati al college di Tirrenia, l'italo-paraguaiano Daniel Lopez Casaccia, classe '89, vincitore dell'ultimo Trofeo Avvenire e uno dei più forti under 16 del mondo, ragazzo dal doppio passaporto che dopo aver già esordito a 15 anni in Coppa Davis per il Paese da cui proviene ha scelto definitivamente l'Italia, nazione di origine della madre. Anche lui farà infatti parte della squadra, insieme con un '84 in notevole progresso come Arkady Bassetti, attualmente n.673 del computer Atp. Sono questi i nuovi ingressi che si vanno ad aggiungere alla rosa della passata stagione, riconfermata in blocco".

A proposito di programmi 2006, l'intenzione dei dirigenti massesi è quella di ricompattare le fila. "In effetti il gruppo si era un po' sfilacciato, per usare un'espressione cara al calcio, dopo 10 anni di intensa attività in costante crescita nei quali abbiamo vinto il Trofeo Nonantola nel '97 e 2004, facendo nostra l'edizione 2001 del Trofeo Palmieri e imponendoci nel 2003 nel Trofeo Bellenghi e l'anno seguente nel Trofeo Micheli, senza dimenticare le varie promozioni ottenute nei campionati degli affiliati".

La stagione del 40° compleanno ha comunque regalato non poche soddisfazioni, a cominciare dal grande successo tecnico e di pubblico del torneo Open maschile targato Oremplast, altro fiore all'occhiello del sodalizio di via Fornace di Sopra. "Anche se è mancato il risultato eclatante nelle competizioni a cui abbiamo partecipato allestendo qualcosa come 18 squadre, 8 delle quali giovanili, abbiamo ottenuto vari piazzamenti: il 2° posto nel Bellenghi indoor, nel campionato under 16 oltre a una semifinale con il team B, in quello under 18 e poi nel campionato non agonisti. Una serie di risultati che ci porteranno ancora nelle prime posizioni del Trofeo Giorgio Neri, vinto lo scorso anno. E poi c'è da registrare con piacere il boom di iscritti alla scuola Sat diretta dal maestro Andrea Bellosi: 3 anni fa gli allievi erano venti, passati a quaranta nel 2004 – conclude Campomori – e adesso saliti addirittura a sessanta".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -