Il decreto-Monti piace alle borse: calano spread e interessi sui Btp

Il decreto-Monti piace alle borse: calano spread e interessi sui Btp

Il decreto-Monti piace alle borse: calano spread e interessi sui Btp

La manovra approvata domenica sera dal consiglio dei ministri e illustrata in serata agli italiani dal presidente Mario Monti, piace ai mercati finanziari. La reazione delle borse europee in apertura di settimana è altamente positiva. Milano addirittura ha avviato le contrattazioni con un aumento superiore al 2% e anche lo spread è tornato a calare sulla scia delle reazioni positive ai provvedimenti presentati.

 

A trainare la corsa del listino dei piazza Affari, ci sono gli acquisti soprattutto sui titoli bancari, vale a dire Mps (+5%) Intesa Sanpaolo (+3%) Unicredit (+3%). Ma in generale tutti i titoli del listino milanese fanno segnare andamenti positivi, mostrando dunque un verdetto positivo sul decreto-Monti.

 

Positive anche le altre principali piazze europee: . Parigi avanza dell'1,15%; Lisbona +1,38%; Amsterdam +0,71%; Francoforte +0,75%. Londra guadagna lo 0,17%. In Asia le contrattazioni avevano chiuso positivamente, in particolare Tokyo ha terminato il primo giorno di negoziazioni con un +0,60%.

 

Spread in calo a quota 420 punti circa, mentre i tassi di interesse sui titoli di stato tornano a scendere al di sotto del 7% arrivando a quota 6,5%.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -