L'Iran lancia missili a lunga gittata: possono arrivare in Israele

L'Iran, che con il suo presidente Mahmoud Ahmadinejad non perde occasione per pungolare l'Occidente e in particolare Stati Uniti e Israele. Due missili lanciati come esercitazione dimostrativa

Momenti di forte tensione internazionale. Ancora una volta il pomo della discordia è l'atteggiamento dell'Iran, che con il suo presidente Mahmoud Ahmadinejad non perde occasione per pungolare l'Occidente e in particolare Stati Uniti e Israele. Proprio questi due Paesi sono quelli colpiti dall'intimidazione rappresentata dal lancio di missili a lungo raggio da parte della repubblica islamica.

Si tratta, chiaramente, di una esercitazione; ma c'è qualcosa di più. Infatti questo gesto sottintende un avvertimento: e cioè che l'Iran si trova in possesso di armi in grado di colpire facilmente Israele e alcune basi americane.

Il lancio dei missili, Qader e Nour (questi i loro 'nomi') era già stato annunciato venerdì e poi smentito da qualche fonte; in realtà, però, i missili sono stati effettivamente lanciati. Resta in piedi, poi, la minaccia lanciata nei giorni scorsi di bloccare lo stretto di Hormuz, da cui transità il 40% del petrolio mondiale.
 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -