La novità dell'estate è "Star bene in Romagna": 100 eventi tra food, artigianato e lifestyle

Dal 10 giugno al 30 ottobre un grande "arcipelago d'isole" dedicate a cibo, vino, sport, natura, musica e soprattutto artigianato invade la Romagna;

Si scrive “Nutrition lifestyle” si legge “Star Bene in Romagna”. Parte l’evento per il turismo novità dell’estate 2015, che conta circa 100 eventi e coinvolge 100 artigiani tra designer, artisti del cibo, esperti del benessere. Dal 10 giugno al 30 ottobre un grande “arcipelago d’isole” dedicate a cibo, vino, sport, natura, musica e soprattutto artigianato invade la Romagna; è un viaggio nel cuore del gusto e della bellezza, per scoprire l’enogastronomia, le buone abitudini di vita e il pregiato design del territorio. Dalla spiaggia alla collina passando per le città romagnole con tappa a Expo 2015 (www.starbeneinromagna.com).

La conquista del benessere parte dalla Romagna, dove lo “star bene” è uno stile di vita grazie alla cultura del cibo in tutte le sue declinazioni artigianali e al rispetto delle tradizioni e del territorio, conditi con la creatività e il cuore dei romagnoli. E se il cibo artigianale romagnolo è un’eccellenza celebre, non è da meno quel patrimonio di bellezza che mette insieme la manifattura, il design e l’artigianato di qualità, una ricchezza che si potrebbe definire “made in Romagna”, mix tra scienza moderna e rare abilità ereditate dal passato, in un luogo dove storicamente sono stati creati i migliori prodotti del made in Italy famoso nel mondo. Nasce da qui l’iniziativa turistica targata estate 2015 “Nutrition Lifestyle - Star bene in Romagna”, da giugno a ottobre 100 eventi per 100 artigiani, artisti del cibo, del design e del benessere.
 
Un progetto fortemente voluto da Cna Emilia Romagna, Cna Benessere e Sanità, Cna Alimentare, Cna Ravenna, Cna Forlì-Cesena, Cna Rimini, insieme a Università di Bologna Dipartimento Scienze della Qualità della vita, costruito come un percorso che si snoda in diverse città della Romagna dalla spiaggia alla collina passando per le splendide città del territorio. Un viaggio tra cento eventi per il turista curioso, nel territorio romagnolo, per parlare di benessere e sani comportamenti, per scoprire il lavoro dell’artigianato più pregiato, per gustare la bontà dei prodotti romagnoli da Ravenna a Forlì, da Rimini a Cervia passando da Brisighella e Faenza.

“Questa iniziativa è la perfetta anteprima di come deve cambiare la proposta turistica – ha affermato l'assessore al turismo, Andrea Corsini - obiettivo che persegue la Regione Emilia Romagna oggi al lavoro per cambiare la Legge 7 che ha 17 anni e che è necessario rinnovare. Stiamo lavorando a una nuova normativa che prevede i distretti del turismo - e tra questi c’è il distretto Romagna - e che metterà al centro della commercializzazione la destinazione stessa. Questo progetto che propone il benessere, lo star bene, come prodotto turistico - che è di fatto ciò che la Romagna offre per il cibo, per il weelness, per la qualità della vita – rientra perfettamente in questa nuova visione. Un progetto nato dal territorio - precisamente dalla rete creata dalle Cna - per portare il turista a vivere un’esperienza territoriale”. Corsini ha poi sottolineato come l’artigiano sia da considerare come un motore turismo, visto che la Romagna è una terra di artigiani che hanno reso famoso il made in Italy.

“Benessere - ha evidenziato la professoressa Silvana Hrelia, dell’Università di Bologna Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita,na
è un concetto esteso che parte da principi fondanti come sono: protezione e prevenzione. Cna in questo progetto diventa un traghettatore di questi argomenti verso un pubblico più ampio sia turistico che territoriale. Le sinergie con il territorio – ha aggiunto la professoressa – sono il veicolo più importante per approfondire la nostra materia. Si tratta di ben-essere con il trattino in mezzo e riguarda tutti quegli aspetti della vita, cibo, sport, sane abitudini, che determinano la qualità della vita a qualsiasi età”. Per Cna Forlì-Cesena il progetto ha valore perché nato da tre province e quindi 400 mestieri che sono quelli che C come associazione di categoria rappresenta. “Noi abbiamo diversi iniziative ma le più importanti sono le nostre aziende protagoniste alla festa Artusiana e il progetto che porta l’artigianato e le tradizioni nelle scuole e che oggi coinvolge 6600 bambini. Numeri che parlano da soli”, ha dichiarato Franco Napolitano.

Si parte dalla spiaggia il 10 giugno con “Cozze e Bollicine” al Bagno Corallo di Milano Marittima, il primo di una lunga serie di tappe gastronomiche che si snodano sulla costa ravennate, che mettono al centro della tavola prodotti certificati come sani, buoni per la salute, per l’ambiente e la biodiversità. Ogni stabilimento balneare ospiterà una realtà legata a buone pratiche sulla salute, sullo sport sano, sui comportamenti adatti alla crescita. Evento clou è l’11 luglio quando gli artigiani escono dalla bottega per “lavorare” in spiaggia. Il torniante che plasma l’argilla, il liutaio, lo stampatore di tele, il mosaicista insieme ai prelibati prodotti artigianali del territorio come la birra di Casola, l’olio di Brisighella, gli insaccati di mora romagnola, sono solo alcune delle proposte che gli artigiani del ravennate portano sulle spiagge di Pinarella di Cervia per l’Isola degli Artigiani in spiaggia dedicata al gusto e al design, un mix che fa bene allo spirito e al fisico.

In 15 stabilimenti balneari artisti e professionisti portano le loro creazioni artigiane tradizionali e innovative (ceramica, mosaico, tele stampate, ecc). Inoltre degustazioni gratuite, “buskers di spiaggia” e incontri tenuti da professori ed esperti dell’Università di Bologna partner del progetto (Dipartimento delle Scienze Qualità della vita) sui prodotti tipici, sulla salute e sui comportamenti alimentari considerati più adeguati, sullo stile di vita sano. Da non il 29 luglio l’appuntamento al ristorante Il Deserto nelle saline di Cervia dove le erbe di Casola Valsenio contaminano il pesce azzurro e al tramonto passeggiata in salina. con partenza dal centro visita in barca e “ sbarco “ al ristorante.

Tutti i venerdì di giugno e luglio (inizio alle ore 21,00) Brisighella si trasforma nell’Isola della musica e del gusto con “Suoni e gusti nel parco”. I concerti sono all’interno di Cava Marana, un’esperienza di grandissima suggestione dove le note degli strumenti incontrano la magia dei luoghi grazie all’acustica di questi spazi, i giochi di acqua luce e buio, lo stretto contatto con la natura, tutti elementi di grande fascino che regalano forti emozioni. Durante tutte le serate sarà possibile degustare prodotti dell’artigianato alimentare dell’Appennino Faentino. Degustazioni di prodotti tipici anche sulle colline di Faenza grazie alla collaborazione con gli agriturismi del Parco della Vena dei Gessi Romagnoli che hanno scelto la cucina biologica in tutte le sue declinazioni. In autunno ospiteranno cene a tema con prodotti sani e di qualità certificata. Durante gli eventi interverrà l’Università di Bologna e per i partecipanti saranno distribuiti materiali sui corretti stili di vita e alimentazione.

Un’altra isola sarà dedicata allo Sport e alle sane abitudini di vita, temi affrontati durante le tre giornate di Ravenna fitness. Sbarca il benessere ai giardini pubblici di Ravenna, momenti di relax e una vera e propria palestra all’aria aperta tra performance sportive e incontri sulla qualità e salute come stile di vita, un’oasi dove liberarsi dallo stress e dalla fatica quotidiana. Il tappeto erboso dei Giardini di Ravenna diventa un luogo dove si potranno svolgere sport di ogni genere. Chiunque potrà fare attività gratuita. “Star Bene in Romagna” è anche alle Feste Artusiane (dal 20 al 28 giugno) a Forlimpopoli (FC) dove l’Isola del Vino e del Cibo prende forma con “Cuore buono d’Italia”. Cuore e passione per il lavoro e per le cose fatte ad arte, per la qualità dei prodotti, per la bontà, genuinità delle materie prime e delle persone, per accoglienza, ospitalità, attenzione e dedizione; perché la Romagna, con i suoi colori e sapori, fa sempre innamorare. Per questo, per XIX edizione dell’Artusiana si è scelto di valorizzare il territorio come cuore dell’enogastronomia italiana, in virtù dei suoi valori, della sua posizione e delle sue eccellenze, per raccontare, attraverso il cibo la produzione tipica locale.

E il vino è protagonista a Savignano per Wine Festival. L'11 luglio si terrà l'VIII edizione di questo evento che raccoglie in media oltre 7000 persone nel centro storico della città di Savignano Sul Rubicone. Il tema dell'edizione 2015, anno di Expo, è il rapporto tra Vino e Cibo e ha una chiara connotazione di territorio e legame con la tradizione locale, per dare una risposta all'esigenza di valorizzazione dell'entroterra e delle tradizione locali. L’Isola del benessere è a Riminiterme dove il week end della Notte Celeste (dall’11 al 14 giugno) sarà animato dagli appuntamenti di “Star Bene in Romagna”. Giovedì alle ore 18 il Convegno Nutrition Lifestyle, organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze per la qualità della vita dell’Università di Bologna, sarà dedicato al corretto stile di vita come opportunità di sviluppo per le imprese e le professioni del benessere e del food della costa. Ma nella Notte Celeste 2015 si parla di benessere per un intero weekend, tra piscine illuminate, spettacoli, tour guidati, tanto divertimento per grandi e piccoli. Per questi ultimi merende, momenti di intrattenimento con le Winx, laboratori creativi e il suggestivo volo dei palloncini celesti.

L’Isola della natura è al parco Urbano di Forlì (domenica 13 settembre) un’occasione per far conoscere a una comunità che vive in città, le produzioni territoriali di qualità, per stimolare la comunità nella riflessione della sostenibilità, dello sviluppo, attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva di tutti i soggetti che vivono ed operano sul territorio. Protagoniste le imprese del mondo alimentare, i salumi di mora romagnola presidio slow food, lo scquacquerone Dop, la piadina romagnola Igp, i prodotti delle imprese artigiane della panificazione e la biscotteria di qualità. In questo contesto si inseriscono i progetti Detto, fatto! A scuola con Cna” e “ Scuola Artigianato”: oltre 6600 bambini per imparare la manualità del lavoro artigiano e del saper fare, l’importanza delle tradizioni.

Infine “Star bene in Romagna” non poteva mancare a Expo 2015, la grande Esposizione Internazionale in corso a Milano il cui tema centrale è “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” che è anche lo stesso filo logico che attraversa gli eventi dell’iniziativa. Sarà un’ulteriore occasione per riflettere su stili di vita sostenibili ed equilibrio tra disponibilità e consumo delle risorse. E il progetto “Star bene in Romagna” nasce per unire i mestieri artigiani della Romagna a un concetto nuovo di qualità della vita che si basa sulle sane abitudini senza perdere il gusto e la cura dello spirito.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -