Addio al coreografo Maurice Béjart

Addio al coreografo Maurice Béjart

Si è spento giovedì all’età di 80 anni Maurice Béjart, il celeberrimo coreografo francese. Lo ha annunciato la Fondazione Béjart di Losanna. Era stato ricoverato in un ospedale di Losanna, in Svizzera, una settimana fa per essere sottoposto a una serie di cure per la durata di alcune settimane. Béjart si trovava in degenza all'ospedale universitario della città dove dirigeva il balletto della Fondazione Béjart di Losanna: nonostante ciò, aveva precisato un portavoce della stessa fondazione, il coreografo continuava a seguire l'allestimento della nuova creazione, ''Il giro del mondo in 80 giorni”, che debutterà nel teatro della città elvetica nel prossimo mese di dicembre.

IL RICORDO DI GRAZIA GALANTE - ''Maurice Béjart non ha mai amato i funerali. Sono convinta che l'ultimo saluto possa essere solo con un balletto”. Grazia Galante, musa béjartiana, nella compagnia del XX Siécle per quasi vent'anni, ricorda con queste parole il grande coreografo scomparso che lei definisce ''un maestro, un padre, un amico a cui devo molto. Sono stata la sua 'eletta' – ha aggiunto la Galante - Maurice ha creato per me 'Casta diva', 'Dibbuk', ho danzato il suo 'Bolero', la 'Sagra della primavera', 'Symphonie pour un homme seul', 'Messe pour le temps future'''. ''Lo conobbi a 16 anni all'Accademia di danza di Roma - prosegue la grande ballerina - Mi scelse dopo avermi vista al bar sorseggiando un cappuccino. 'Vuoi venire con me a Bruxelles?', mi disse. Non me lo feci ripetere due volte. Dopo un mese ero gia' in Belgio. Un giorno chiesi a Maurice cosa l'avesse colpito di una ragazza che ancora frequentava la scuola - ricorda ancora la Galante- Mi rispose, la mia unicità - 'Tutte le persone sono uniche, ma tu lo sei più delle altri, mi disse. Se avessi avuto una figlia, tu saresti stata quella ideale”.

IL RICORDO DI CARLA FRACCI - ''La notizia della scomparsa di Maurice Béjart e' giunta come un uragano. Sapevo che stava male ma l'idea di questa morte continua a sorprendermi. Un dolore atteso ma inaccettabile. Non riesco a pensare che ci abbia lasciati definitivamente''. Lo ha detto all'agenzia di stampa Adnkronos Carla Fracci, a poche ore dal debutto al Teatro Massimo del balletto di Luciano Cannito dedicato a 'Franca Florio'. ''La sua scomparsa e' un vuoto immenso - ha aggiunto - La perdita di un genio compiuto e universale come Be'jart ci manchera', per sempre. Lo ringrazio per avermi dato la possibilita' di aver danzato all'Arena di Verona il suo 'Bolero', per aver creato per me e Micha van Hoecke, suo braccio destro a Bruxelles, un meraviglioso spettacolo 'Oh les beaux jours!', liberamente ispirato a Beckett - ha proseguito la grande danzatrice, alla guida della compagnia di ballo del Teatro dell'Opera di Roma - Un momento magico per la mia carriera. Un grande lavoro di intelligenza e poesia. Ci manchera' la sua maesta' e la sua grandeur''', ha concluso la Fracci.

“CONTINUAVA A PENSARE AL FUTURO’’ - ''Ci aveva voluti vedere per l'ultima volta a Losanna, gli amici di sempre, io e Francois Weyargans. Continuava a pensare al futuro, alle nuove creazioni, ci domandava del nostro lavoro. Non aveva perso lo smalto, l'ironia, il suo humour. Abbiamo ripercorso la nostra carriera, oltre 40 anni di lavoro e di amicizia. Qualcosa di Maurice, ineluttabilmente, rimarrà in me''. E' quanto ha dichiarato all'agenzia di stampa Adnkronos il coreografo e regista di origine russa Micha van Hoecke, per oltre 20 anni accanto a Be'jart, direttore della sua scuola 'Mudra', interprete e autore di balletti e coreografie immortali come il celebre 'Bolero' di Lelouch nel film 'Les uns les autres'. ''Un dolore immenso, indicibile - ha proseguito van Hoecke- Ironia della sorte...Maurice si era sempre confrontato nei suoi balletti con la morte, per esorcizzarla. Diceva sempre che faceva parte della vita. Ha continuato a lavorare sino alla fine. A dicembre debutterà a Losanna il suo ultimo balletto, 'Le tour du monde en 80 jours' ispirato a Jules Verne - ha concluso - Uno spettacolo autobiografico, quasi un testamento spirituale''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -