Bufera primarie: "Bonaccini sapeva da lunedì". E Grillo parte alla carica con lo sfottò

"La Procura ha lavorato anche in agosto". Cosi' il portavoce della Procura di Bologna, Valter Giovannini, risponde a chi critica i tempi dell'inchiesta sulle "spese pazze" dell'Assemblea legislativa e che ha 'azzoppato' le primarie Pd

"La Procura ha lavorato anche in agosto". Cosi' il portavoce della Procura di Bologna, Valter Giovannini, risponde a chi critica i tempi dell'inchiesta sulle "spese pazze" dell'Assemblea legislativa e che ha 'azzoppato' le primarie Pd per la presidenza della Regione: di martedì infatti la notizia che fra gli indagati per peculato vi sono due candidati, Matteo Richetti, subito ritiratosi, e Stefano Bonaccini, ancora in campo, insieme con l'ex sindaco di Forlì, Roberto Balzani.

Le istanze per conoscere eventuali procedimenti a loro carico, spiega Giovannini, sono state presentate rispettivamente lunedi' e martedi' dai difensori di Bonaccini e Richetti. "i quali hanno immediatamente ottenuto le certificazioni richieste". Questi, conclude, "i fatti. Noi continueremo a lavorare con serieta' e in silenzio".

"Ma un candidato non indagato e sconosciuto alle Procure non ce l'avete?". La provocazione nei confronti del Pd dell'Emilia-Romagna viene da Beppe Grillo: sul suo blog del leader M5s e' apparso oggi un commento ("La logica del Pd") sul caos delle primarie in casa democratica. "L'ex presidente Pd della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani si e' dimesso dopo la condanna per falso ideologico nell'ambito del processo relativo al finanziamento da un milione di euro alla coop agricola Terremerse presieduta nel 2006 dal fratello Giovanni. Le sue dimissioni - si sottolinea nel post - hanno causato le elezioni anticipate che si svolgeranno il 23 novembre".

A queste elezioni "il Pd ha prima annunciato le primarie tra Richetti (attualmente deputato) e Bonaccini. Adesso entrambi sono indagati per peculato nelle inchieste sulle spese pazze dei consiglieri regionali in Emilia-Romagna. Il primo (per ordine di scuderia o per pudore?) si e' ritirato, l'altro (l'indagato preferito?) no. La logica e' semplice: sostituire un condannato con un indagato e lasciare che il tempo faccia la sua parte, sulla pelle dei cittadini".

Fonte Dire

Commenti (3)

  • Che strano mi hanno censurato i commenti ...

  • A casa tutti i politici ci avete rotto i c....

  • Adesso si capisce come mai non vogliano togliere l'immunità parlamentare. Siete tutti schifosi.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -