Caso Battisti, ore di attesa per la decisione del Brasile sull'estradizione

Caso Battisti, ore di attesa per la decisione del Brasile sull'estradizione

Caso Battisti, ore di attesa per la decisione del Brasile sull'estradizione

Ore di fibrillazione internazionale in attesa del pronunciamento del Brasile sul caso dell'estradizione di Cesare Battisti, che potrebbe ricevere asilo poiltico dal paese sudamericano. Il presidente del consiglio, accusato di aver sottovalutato la vicenda, precisa con una nota che in realtà non ha "mai mostrato sottovalutazione per la vicenda dell'estradizione, richiamando invece costantemente la linea perseguita dall'Italia a ogni livello perché Battisti venga riconsegnato alla giustizia italiana". 

 

Dal canto suo il ministro degli Esteri, Franco Frattini, che sta direttamente seguendo la vicenda fa sapere che il Governo è comunque intenzionato ad adottare "tutte le misure necessarie per ottenere il rispetto del trattato bilaterale di estradizione, in conformità con il diritto brasiliano". 

 

Il Partito Democratico, attraverso una nota firmata da Piero Fassino (responsabile Esteri), Emanuele Fiano (Sicurezza) e Andrea Orlando (Giustizia), rivolge un appello direttamente a Lula, "uomo di sinistra, perché pensiamo che nessun principio garantista e nessuna salvaguardia dei diritti universali dell'uomo può giustificare l'eventuale non concessione dell'estradizione per il terrorista Cesare Battisti, condannato in Italia all'ergastolo per quattro omicidi compiuti negli anni di piombo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -