Mediatrade, Berlusconi: "Mai occupato di diritti tv"

Mediatrade, Berlusconi: "Mai occupato di diritti tv"

Mediatrade, Berlusconi: "Mai occupato di diritti tv"

MILANO - Primo blitz di Silvio Berlusconi al tribunale di Milano. Il presidente del Consiglio è imputato nel processo Mediatrade con le accuse di frode fiscale e appropriazione indebita. Il processo, ha affermato Berlusconi in un'intervista rilasciata a "Mattino Cinque", "rientra come quelli precedenti in un tentativo che viene fatto per cercare di eliminare il maggiore ostacolo che la sinistra ha nella conquista del potere. Sono accuse infondate e ridicole".

 

Berlusconi ha ribadito di esser "l'uomo più imputato dell'universo e della storia". I giudici di Milano "sanno bene di non poter arrivare alla condanna, ma vogliono gettare fango su di me o sulle mie aziende", spiega il capo del governo, "mi fanno perdere tempo e soldi". Secondo il Cavaliere si tratta del 25esimo processo che lo vede come imputato: "Gli altri 24 si sono conclusi con archiviazione e assoluzione con formula piena per non aver commesso i fatti", ha sottolineato.

 

Per il premier l'obiettivo dei giudici e della sinistra è "tenere sotto la spada di Damocle il presidente del Consiglio perché è un avversario politico". Quanto al processo Mediatrade, Berlusconi ha spiegato di non essersi "mai occupato" della compravendita di diritti cinematografici.

 

"Dal gennaio 1994, quando sceso in politica, mi sono allontanato dalle aziende che ho fondato - ha detto Berlusconi -. I diritti tv venivano acquistati da una sezione di Mediaset che passavano all'ufficio acquisti i film da comprare".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Emanuela_
    Emanuela_

    Bella foto

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -