Montezemolo si prepara a scendere in campo: "Politica ha fallito"

Luca Cordero di Montezemolo si prepara alla discesa in campo. Lo fa con una lettera inviata agli iscritti di “Italia Futura”, l’associazione da lui fondata nel 2009 e utilizzata in questi anni come braccio politico

Luca Cordero di Montezemolo si prepara alla discesa in campo. Lo fa con una lettera inviata agli iscritti di “Italia Futura”, l’associazione da lui fondata nel 2009 e utilizzata in questi anni come braccio ed espressione politica del presidente della Ferrari. Il quale da molto tempo viene dato come in procinto di compiere il grande passo e poi però si ferma sempre sull’uscio.

“Il prossimo anno occorrerà preparare, in vista del 2013 – dice Montezemolo -, l’apertura di una nuova stagione della politica italiana. La seconda repubblica ha fallito. Ostaggio di populismi di destra e sinistra, la politica ha perso progressivamente contatto con i problemi quotidiani degli italiani e con le sfide imposte da uno scenario internazionale difficile, ma anche ricco di opportunità. Perché se c’è un paese che non dovrebbe avere paura della globalizzazione è l’Italia. Se smetteremo di giocare solo in difesa e cominceremo a investire sulle nostre risorse fondamentali (cultura e industria) i benefici non tarderanno ad arrivare”.

“Alla nuova stagione politica che si aprirà gli italiani vogliono partecipare con spirito civico e passione per ricostruire la nostra democrazia – afferma il leader di Italia Futura -. Ripristinare una politica forte, autorevole e credibile è la vera sfida che ci attende nel prossimo anno. Perché sarebbe del tutto velleitario sperare, come pure qualcuno fa nelle stanze dei partiti, che tutto cambi affinché niente cambi”.

“Quando le scadenze istituzionali porteranno nuovamente i cittadini alle urne, l'offerta elettorale dovrà essere composta da una nuova leva di idee e classi dirigenti – afferma il numero uno Ferrari - che si contenderanno il consenso democratico lasciandosi alle spalle una stagione fallimentare. In nessun caso gli italiani accetterebbero di veder tornare gli stessi protagonisti che hanno condotto il paese a questa situazione. Rinnovare profondamente la classe dirigente politica rimane per l’Italia una priorità assoluta”.

“Anche per questo le prossime elezioni non saranno una tappa di routine, ma un appuntamento storicoche dovrà aprire una nuova stagione della nostra vita pubblica – scrive Montezemolo -. Nel 2012 l'impegno di Italia Futura sarà rivolto in questa direzione, promuovendo quella svolta di programmi e persone che l'Italia si merita. Intensificheremo il lavoro sul territorio, con l’obiettivo di avere una rete regionale forte e radicata in tutta Italia entro giugno”.

“Dedicheremo competenze e idee alla discussione di temi fondamentali per il nostro futuro – assicura Montezemolo - come l'occupazione giovanile, il fisco, la riforma delle istituzioni e il ruolo dell'Italia in Europa e nel mondo. Promuoveremo l’adozione di provvedimenti, concreti e operativi, per rispondere alle tante emergenze del paese. Inizieremo presentando una proposta per la rapida alienazione del patrimonio pubblico e la conseguente riduzione del debito. Siamo infatti convinti che lo Stato possa chiedere ai cittadini di farsi carico dei problemi finanziari del Paese solo dopo aver fatto la propria parte, dismettendo, privatizzando, tagliando i costi del funzionamento della macchina istituzionale e politica”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -