Regionali in Francia, il voto punisce Sarkozy

Regionali in Francia, il voto punisce Sarkozy

Regionali in Francia, il voto punisce Sarkozy

PARIGI - Le urne per le elezioni regionali in Francia puniscono il presidente Nicolas Sarkozy. Secondo gli exit-polls, la sinistra (partito socialista, i verdi e la sinistra radicale) avrebbe conquistato il 54% dei consensi contro il 36% andato al blocco guidato dall'Ump di Sarkozy. L'avanzata del Fronte Nazionale di Jean Marie Le Pen si ferma all'8,7%. Il partito Socialista e i suoi alleati hanno conquistato il controllo di almeno 20 delle 22 regioni continentali.

 

Sarkozy si consola con la riconquista dell'Alsazia dove la lista Ump-Nc guidata da Philippe Richert ha raccolto il 47,1%. L'altra regione sfuggita alla sinistra, pur se politicamente molto meno significativa dell'Alsazia, è La Reunion, isola dell'Oceano indiano governata fino ad oggi dal Partito comunista. Nonostante il calo dell'astensionismo (dal 53% al 50%) l'Ump non è riuscita a recuperare lo svantaggio nei confronti della sinistra.

 

La sinistra, però, ha strappato alla destra la Corsica, l'altra regione che era in mano alla maggioranza di governo, conquistando il 36,70% dei voti davanti all'Ump (27,50%). Conquistata anche la regione di Parigi, l'Ile-de-France, con una netta affermazione del candidato socialista Jean-Paul Huchon ai danni della ministra dell'Insegnamento superiore, Valerie Pecresse (Ump). Un altro risultato altamente significativo, dal momento che l'Ile-de-France, oltre ad essere la regione della capitale, è anche la più popolosa d'Europa.

 

Non abbiamo saputo convincere", ha commentato il premier francese Francois FIllon. Per l'Ump "è una delusione me e ne assumo tutte le responsabilità". Fillon andrà lunedì all'Eliseo per "fare il punto sul messaggio dei francesi" del voto. "I francesi hanno respinto una politica ingiusta, fatta di regali fiscali per i più privilegiati a detrimento della lotta alla disoccupazione e al sostegno al settore pubblico", ha dichiarato il segretario socialista, Martine Aubry.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -