L'incubo di Felipe Massa si chiama Sergio Perez

L'incubo di Felipe Massa si chiama Sergio Perez. Il messicano della Sauber, dopo il secondo posto ottenuto a Sepang alle spalle di Fernando Alonso, è il candidato numero uno alla sostituzione del brasiliano in Ferrari

L'incubo di Felipe Massa si chiama Sergio Perez. Il messicano della Sauber, dopo il secondo posto ottenuto a Sepang alle spalle di Fernando Alonso, è il candidato numero uno alla sostituzione del brasiliano in Ferrari. “Checo”, che sta maturando attraverso il progetto Ferrari Driver Accademy, ha tirato fuori doti da fuoriclasse nel diluvio malesiano, evidenziando i limiti di un Massa che probabilmente risente anche dei miracoli che sta facendo Alonso con la F2012.

Il vice campione del mondo 2008 si è limitato a complimetarsi con Perez: “Sono contento per lui e per la sua squadra”, ma il risultato “mi disturba zero. Penso solo a me e a quello che faccio. Non ho mai guardato agli altri e non credo che se facciano bene possa essere un problema per me o viceversa”. Massa ha elogiato anche Alonso: “ha fatto una gara fantastica – ha evidenziato -. E' un successo molto importante per tutta la squadra, ma la Ferrari ora non è all'altezza dei migliori”.

Ovvia la delusione per aver chiuso lontano anche dalla top ten: “All’inizio le cose andavano bene ed ero in grado di lottare con i piloti che mi erano immediatamente davanti. Quando la pista si stava asciugando ho sofferto in maniera progressiva del degrado degli pneumatici e non riuscivo più a tenere un buon passo”. Per il brasiliano “è importante cercare di approfondire le ragioni per cui ci sia una differenza di rendimento così forte fra le nostre vetture”, ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -