Imola è casa di Jonathan Rea, splendida vittoria: "Conosco trucchetti per andare forte qui"

Domenica potrebbe essere condizionata dal maltempo: "Le previsioni dicono che sarà una brutta giornata e spero che non sia davvero così per molte ragioni ma soprattutto per la sicurezza"

Jonathan Rea è tornato a stappare lo champagne dal gradino più alto del podio. E lo ha fatto in quella che può essere definita la sua pista, quella di Imola. Sul tracciato old style, dove già in passato ha infilato una serie di doppiette, il "Cannibale" ha vinto a mani basse, mettendo fine al dominio incontrastato di Alvaro Bautista e portando a casa la 72esima vittoria in carriera. Lo spagnolo della Ducati si è accontentato della seconda piazza, incassando un buon bottino di punti. La sfida tra i due rivali è più aperta che mai: 256 a 208 a favore del numero 19.

"Sono tanto felice di aver finalmente vinto la mia prima gara in questa stagione, soprattutto qui a Imola, dove i tifosi sono sempre incredibili - ha commentato Jonnhy -. L'atmosfera è bellissima e amo il circuito. La mia squadra mi ha dato una grande moto. La pista si adatta bene alla nostra moto. Abbiamo usato la stessa base dello scorso anno, utilizzando il nuovo tipo di pneumatici Pirelli. È chiaro che abbiamo fatto un passo avanti con la moto e conosco alcuni trucchetti per andare bene in questa pista".

Domenica potrebbe essere condizionata dal maltempo: "Le previsioni dicono che sarà una brutta giornata e spero che non sia davvero così per molte ragioni ma soprattutto per la sicurezza. Non ho mai guidato ad Imola con la pioggia quindi sarà tutto da vedere. Intanto abbiamo fatto un buon lavoro, questa è la cosa più importante per il momento". Si è divertito anche Bautista, alla prima all'Enzo e Dino Ferrari: "I tifosi sono speciale - ha premesso -. Non è stato facile perchè era la mia prima volta a Imola. Il ritmo sul giro è stato consistente e Jonathan era davvero forte. Il suo passo era incredibile, ma sono felice di essere arrivato secondo".

Completa il podio Toprak Razgatlioglu, risalito dall'undicesima posizione e protagonista di un bel duello con le Yamaha di Michael Van Der Mark e Alex Lowes: "L'anno scorso qui a Imola non abbiamo ottenuto un buon risultato, quindi sono davvero contento per aver fatto un grande passo avanti e salire sul podio".

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -