MotoGp, a Sepang la 51esima meraviglia di Lorenzo. Dovi 3°

Jorge Lorenzo piazza la cinquantunesima pole position della sua straordinaria carriera. Sarà infatti il pilota della Yamaha a scattare davanti a tutti nel Gran Premio della Malesia

Jorge Lorenzo piazza la cinquantunesima pole position della sua straordinaria carriera. Sarà infatti il pilota della Yamaha a scattare davanti a tutti nel Gran Premio della Malesia. Un risultato tutt'altro che scontato, maturato dalla grinta dello spagnolo nello sfruttare al massimo il materiale a sua disposizione in una pista che vede le Honda volare. Lorenzo ha fermato il cronometro sul tempo di 2'00"334, precedendo di circa due decimi Dani Pedrosa.

Le Honda sono sembrate più a loro agio nella difficile parte finale del tracciato, dove Lorenzo è riuscito però a fare la differenza, migliorandosi senza lasciare spazio a Pedrosa. Alle spalle dei due pretendenti al titolo c'é Andrea Dovizioso. In sella a una Yamaha sulla carta inferiore a quella di Lorenzo, il forlivese ha dato filo da torcere nella parte alta della classifica a Sepang. "Sono contento della prima fila - ha esordito il portacolori del team Tech 3 - E' la conferma di quanto siamo andati forte in questi giorni. Sono fiducioso, poi, perché il mio passo di gara é buono".

Le ambizioni del pilota romagnolo sono quelle di "rimanere il più possibile con Lorenzo e Pedrosa. La seconda fila sarà aperta da Casey Stoner,  Stoner, ancora convalescente dopo l’operazione alla caviglia destra, davanti alla Yamaha Tech 3 di Cal Crutchlow e a quella ufficiale di Ben Spies, Settimo tempo per la prima delle Ducati, quella del team Pramac di Hector Barbera, che ha sfruttato al meglio la scia di Lorenzo.

Lo spagnolo ha preceduto la Honda del team di Lucio Cecchinello di Stefan Bradl e la Ducati di Nicky Hayden, a 1"192. Malessimo Valentino Rossi addirittura undicesimo a 1"449, condizionato anche da una caduta all’inizio delle prove alla curva 1.  "Non sono riuscito a guidare come avrei voluto con la gomma morbida - ha detto Rossi a fine qualifica - abbiamo provato con la dura prima, ma il set up alla fine non era quello giusto. Abbiamo evidenti problemi di saltellamento all'anteriore, tanto che non abbiamo ancora chiara la scelta per le gomme da usare in gara domani. Potremo decidere qualcosa dopo il warm up di domattina, anche vedendo come sarà il meteo".

In Moto3, pole malese Zhulfahimi Khairuddin, che consacra la sua carriera nel giorno del suo 21esimo compleanno. Il pilota di casa ha battuto di 266 millesimi Folger e di 714 Cortese. Il tedesco di origini italiane, leader iridato, domenica ha moltissime probabilità di vincere il titolo con due gare d’anticipo. Il miglior italiano è Antonelli, 12esimo davanti a Alessandro Tonucci. Solo 17esimo Romano Fenati, condizionato da una caduta nella prima parte delle qualifiche.

In Moto2, Espargarò, in pole, tenterà di arginare Marquez, che potrebbe diventare campione in Malaysia della classe di mezzo del mondiale, mentre i piloti italiani non sembrano poter entrare nella lotta per la vittoria.  Il primo degli italiani è Andrea Iannone (Speed Up), undicesimo in 2'08"021, davanti a Simone Corsi (Ftr) in 2'08"225.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -