MotoGp, libere Phillip Island: Stoner su un altro pianeta

Sulla pista di casa di Phillip Island, che lo vede imbattuto dal 2007, il portacolori della Repsol Honda ha rifilato distacchi imbarazzanti ai più immediati inseguitori, piazzando un 1'29"999

Casey Stoner scatenato nella prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Australia, penultimo round del mondiale MotoGp. Sulla pista di casa di Phillip Island, che lo vede imbattuto dal 2007, il portacolori della Repsol Honda ha rifilato distacchi imbarazzanti ai più immediati inseguitori, piazzando un 1'29"999, 885 millesimi più veloce del compagno di squadra Dani Pedrosa e 1"006 del leader del campionato Jorge Lorenzo (Yamaha).

Quarto e quinto tempo per le Yamaha del team Tech 3 di Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso, rispettvamente a 1"368 e 1"459 di distacco, mentre Valentino Rossi ha chiuso ottavo a 2"031. Nonostante non sia al top della condizione fisica, Stoner sarà un osso duro da battere. Il passo dell'australiano, costantemente sull'1'30", ne è la prova.

Nelle prime libere della Moto 2 il più rapido è stato Pol Espargaro, davanti a Scott Redding e Thomas Luthi, con Andrea Iannone, migliore degli italiani, sesto davanti a Simone Corsi settimo. Decimo il sanmarinese Alex De Angelis, mentre Marc Marquez non ha girato un giro a causa di problemi elettrici alla sua Suter. Allo spagnolo basta un quindicesimo posto per conquistare matematicamente il titolo. Nella seconda sessione Espargaro si è confermato il pià veloce prima dell'arrivo della pioggia con il crono di 1'34"578. Quarto Marquez a 1"125 davanti a Iannone.

Nella Moto 3 miglior tempo per Jonas Folger, che nel finale ha soppravvanzato il neo campione del mondo della Ktm Sandro Cortese. Terzo Maverick Vinales, che ha chiesto scusa al suo team dopo aver saltato la trasferta malese. Bene Romano Fenati, quinto. Dodicesimo Alessandro Tonucci, 19esimo Niccolò Antonelli, non al top della condizione fisica.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -