MotoGp, Lorenzo accellera. Rossi attendista: "Sono soddisfatto"

"Sono parecchio soddisfatto della giornata. Le prove che abbiamo fatto ci hanno dato buone indicazioni su alcuni aspetti, anche se ci hanno fatto perdere in altri punti".

"Sono parecchio soddisfatto della giornata. Le prove che abbiamo fatto ci hanno dato buone indicazioni su alcuni aspetti, anche se ci hanno fatto perdere in altri punti". Valentino Rossi commenta così la seconda giornata di test MotoGp, che l'hanno visto chiudere col quinto tempo a poco meno di sette decimi dal compagno di squadra Jorge Lorenzo. L'obiettivo per l'ultima giornata di collaudi è quella di migliorare il crono fatto nei precedenti test e di completare una simulazione gara.

E' andato fortissimo Lorenzo, che ha piazzato al mattino un ottimo 2'00"282, precedendo di 369 millesimi la Honda Repsol di Dani Pedrosa e di 625 millesimi la Yamaha clienti del team Monster Tech 3 di Cal Crutchlow. Quarto il baby fenomeno spagnolo della Honda, Marc Marquez (+0.710). "Non sono mai andato così forte qui", ha esclamato sorridente Lorenzo.

“Ci siamo concentrati sulla comparazione della messa a punto, specie per quanto concerne i settaggi delle sospensioni", ha affermato Pedrosa, mentre Marquez ha cercato di fornire il maggior numero di elementi possibili ai tecnici per proseguire nello sviluppo della moto. "Gioved cercheremo di trovare qualcosa in più per migliorare il rendimento della moto ed i tempi“.

Andrea Dovizioso migliora il tempo realizzato martedì, fermandosi comunque a 1.521 dal best lap di Lorenzo. Il pilota di Forlì, che sta trovando maggior affiatamento con la sua rossa grazie anche ad una nuova distribuzione dei pesi, ha preceduto il compagno di squadra Nicky Hayden (+1.824) e la Yamaha del team Monster Tech 3 di Bradley Smith. Tra i probiemi da risolvere per l'ex campione del mondo della 125 l'inserimento e la percorrenza in curva, tallone d'Achille in Ducati anche per Rossi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -