MotoGp, Lorenzo scatenato: dominio nelle libere del Mugello

Vola Jorge Lorenzo nella prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Italia al Mugello. Il portacolori della Yamaha ha mostrato un ritmo inarrivabile al momento per i principali antagonisti alla corsa al titolo

Vola Jorge Lorenzo nella prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Italia al Mugello. Il portacolori della Yamaha ha mostrato un ritmo inarrivabile al momento per i principali antagonisti alla corsa al titolo, Dani Pedrosa e Casey Stoner. Lo spagnolo ha stampato il miglior tempo in 1'48”076, precedendo di appena 31 millesimi Pedrosa, galvanizzato dalla vittoria di domenica scorsa al Sachsenring e fresco di rinnovo contrattuale con la HRC.

Terzo Nicky Hayden, ad appena 81 millesimi dalla vetta, anche se il passo gara dimostrato dal portacolori della Ducati è di circa un secondo più alto rispetto a quello mostrato da Lorenzo. L'americano ha preceduto la Ducati Pramac di Hector Barbera, incappato in un ruzzolone alla Casanova-Savelli. L'uscita di pista dello spagnolo ha sollevato un polverone di sabbia, che ha spinto la direzione gara ad interrompere brevemente la sessione.

Il primo degli italiani è Andrea Dovizioso, quinto con la Yamaha del team Tech a 232 millesimi, davanti ad un nervoso Casey Stoner, che ha quasi dato una spallata a Danilo Petrucci: per l'australiano il distacco è di 451 millesimi. Settima l'altra Yamaha ufficiale di Ben Spies, a 464 millesimi dal compagno di squadra; mentre Valentino Rossi non è andato oltre la nona piazza a 941 millesimi dalla virtuale pole position.

"Non ho usato la morbida perché ho avuto un po' di problemi di chattering – ha chiarito il nove volte campione del mondo -, ma vedrò sabato con la soft come andranno le cose”. Soddisfatto invece Dovizioso, che ha elogiato il passo di Lorenzo: “Ha costantemente girato sul 48” basso, ma siamo stati davanti a Stoner. Non è male come giornata”.

In Moto3 il più veloce è stato Maverick Vinales (Ftr Honda) con 1'59"676, precedendo Romano Fenati (Honda Ftr Team Italia) di 314 millesimi. Quarto Niccolò Antonelli (Ftr Honda Gresini), quarto a 373 millesimi dalla vetta. In Moto2 il più rapido è stato Pol Espargaro (Kalex), con il crono di 1'52"745, staccando di 221 millesimi Bradley Smith (Tech 3) e di 434 Thomas Luthi (Suter). Quarto Marc Marquez davanti a Simone Corsi. Settimo Alex De Angelis, nono Andrea Iannone.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -