MotoGp, Rossi guarda a Jerez: "Far meglio che in Qatar"

Obiettivo far meglio che in Qatar. Con questo spirito Valentino Rossi si presenta a Jerez per il secondo round del mondiale MotoGp

Redazione 24 aprile 2012

Obiettivo far meglio che in Qatar. Con questo spirito Valentino Rossi si presenta a Jerez per il secondo round del mondiale MotoGp. Il pilota di punta della Ducati guarda con fiducia al weekend spagnolo alla luce anche dei test di marzo: “avevamo trovato un set-up discreto per la GP12 quindi per questa pista abbiamo una base da cui partire per preparare la moto per la gara”. L'importante, ha sottolineato il nove volte campione del mondo, “sarò lavorare bene nelle prove”.

Il 46 ha spiegato che bisognerà “mantenere la giusta direzione e sfruttare quello che abbiamo a disposizione al momento”. Il pilota italiano è il pilota più vittorioso in assoluto sulla pista andalusa, con ben otto successi in carriera di cui sei in MotoGp: “La pista di Jerez a me è sempre piaciuta molto”, ha concluso. Nel 2011 il pilota di Tavullia si era reso protagonista di una rimonta che l'aveva portato al quinto posto nonostante una caduta all'ottavo giro.

La gara dell’anno scorso, condizionata dalla pioggia, ha visto Nicky Hayden conquistare il terzo gradino del podio. “Nel 2011 il meteo è stato molto variabile, vedremo cosa ci aspetta domenica – ha esordito l'americano -. Sono contento di correre a Jerez e, in un certo senso, è come essere di nuovo di fronte alla prima gara perché è tutto diverso rispetto al Qatar. Si torna in Europa, con il paddock che si ricrea, la gente che affolla le tribune”.

La pista, ha evidenziato Hayden, “è speciale, per niente facile, con brevi rettilinei e diversi punti di frenate forti. Per fare un buon tempo devi essere molto veloce nelle ultime due curve a destra. Non vedo l’ora. Adesso abbiamo un’idea generale sul set-up di base”.

Valentino Rossi
motogp
motomondiale

Commenti