MotoGp, Sepang. Pedrosa vola. Scoppia il caso Vinales

Il maltempo condiziona ancora una volta il venerdì del Motomondiale. A Sepang, dopo il sole del mattino, è arrivato l'acquazzone monsonico del pomeriggio

Il maltempo condiziona ancora una volta il venerdì del Motomondiale. A Sepang, dopo il sole del mattino, è arrivato l'acquazzone monsonico del pomeriggio, che ha spinto i top team a restare ai box. Sull'asciutto la migliore prestazione è stata realizzata dalla Repso Honda di Dani Pedrosa in 2'01"621, 152 millesimi più rapido del compagno di squadra Casey Stoner. Più staccato il leader del campionato Jorge Lorenzo, terzo con la sua Yamaha a 313 millesimi.

Quarto tempo per il forlivese Andrea Dovizioso (Yamaha), che si conferma il migliore tra i piloti italiani in pista con il tempo 2.02.236
a 615 millesimi da Pedrosa. Molto indietro in queste prime libere è Valentino Rossi. Il pilota della Ducati ha chiuso 11/o con un distacco importante nei confronti del pilota della Honda in testa, circa 1,7 secondi. Rossi è alle spalle di Nicky Hayden (Ducati), Alvaro Bautista (Honda) e di Hector Barberà con la Ducati privata del Team Pramac.

“Nelle ultime gare siamo stati un po’ sfortunati con il tempo - premette Rossi -. E' piovuto proprio prima del turno e questo in pratica ci ha impedito di lavorare. Peccato, avevamo due o tre cose da provare per il bilanciamento della moto perché questa mattina siamo andati piuttosto piano: avevamo continuato a lavorare su alcune modifiche che avevamo usato a Motegi e che lì ci avevano aiutato ad avere un po’ più di “grip” in accelerazione".

Il nove volte campione del mondo ha sottolineato come tali modifiche "non si sono rivelate altrettanto efficaci perché provocano molto sottosterzo. Nel pomeriggio era importante poter lavorare perché volevamo tornare ad un set-up più standard, tipo Aragon e Misano. Ho provato a girare un po’, cercando di capire il più possibile, ma è difficile in queste condizioni. Non c’è niente da fare, bisognerà aspettare sabato".

In Moto2, il migliore nelle prime libere è stato lo spagnolo Pol Espargarò (Kalex) in 2.08.015. In seconda posizione c'é poi l'inglese Bradley Smith (Tech3), mentre in terza posizione a 333 millesimi da Espargarò c'é il leader della classifica iridata Marc Marquez (Suter). Sesto tempo per Andrea Iannone (SpeedUp) a 443 millesimi da Espargarò.

In Moto3, il migliore nelle prime libere a Sepang, è stato il tedesco Jonas Folger (Kalex KTM) che ha fatto segnare 2.15.097. Secondo tempo per il pilota ceco Jakub Kornfeil (FTR-Honda), mentre il pilota di casa, Zulfahimi Khairuddin (KTM) è terzo. Quarto tempo per il leader della classifica iridata, il tedesco Sandro Cortese (KTM) a 1,3 secondi da Folger.

La notizia del giorno è la rottura di Maverick Vinales dalla sua squadra. Allo spagnolo non sarebbe andata giù la decisione del suo manager
di chiudere in fretta la trattativa con il suo team, il BQR Avintia, per il 2013, non considerando le offerte della KTM e di altre squadre. La rinuncia a scendere in pista e la perdita della squadra per la fine della stagione di Vinales, significa la vittoria matematica del titolo da parte di Cortese che avrebbe solo in Salom.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -