Superbike, Magny Cours day 1: Sykes vola. Melandri 3°, Biaggi 7°

Vola Tom Sykes nel primo turno di qualifiche del Gran Premio di Francia, round conclusivo del mondiale Superbike. Il pilota della Kawasaki, ancora in lotta per la conquista dell'iride, ha girato in 1'38"200, precedendo di 448 millesimi la Ducati Althea di Carlos Checa

Vola Tom Sykes nel primo turno di qualifiche del Gran Premio di Francia, round conclusivo del mondiale Superbike. Il pilota della Kawasaki, ancora in lotta per la conquista dell'iride, ha girato in 1'38"200, precedendo di 448 millesimi la Ducati Althea di Carlos Checa. Bene Marco Melandri (Bmw), terzo a 542 millesimi nonostante sia arrivato a Magny Cours con due costole incrinate dopo l'incidente in Gara 1 di Portimao due settimane fa.

Quarto Davide Giugliano (Ducati Althea), davanti alla Honda di Jonathan Rea e alla Bmw del team Bmw Motorrad Italia di Michel Fabrizio. Settimo Max Biaggi (Aprilia), che si è concentrato, come d’abitudine, sul migliore setup per adattare la RSV4 alla conformazione della pista, ottenendo riscontri positivi in alcuni settori e qualche difficoltà in altri frangenti.

"Dobbiamo sistemarci, in certe situazioni la moto si muove troppo – ha ammesso il leader del campionato –. I nostri rivali sono andati subito forte, ora tocca a noi migliorare. In alcuni settori siamo veloci, in altri perdiamo terreno, quindi dovremo trovare il giusto compromesso per togliere decimi dove perdiamo senza sacrificare i nostri punti forti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Biaggi teme un peggioramento delle condizioni meteo: "Viste le previsioni, ci sarà da tenere d’occhio anche il meteo che potrebbe mischiare le carte, il nostro compito è farci trovare pronti in ogni situazione". Completano la top ten Leon Haslam e Sylvain Guintoli, e Leon Camier. Undicesimo tempo per Eugene Laverty, che non è riuscito a sfruttare al meglio le gomme nuove a causa del traffico trovato in pista. A conferma di ciò il suo ideal time, formato dai migliori intermedi della sessione, lo vede al quarto posto virtuale della classifica.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -