giovedì, 24 aprile

Superbike, paura per McCormick. Ma nessuna frattura vertebrale

Il portacolori della Ducati del team Effenbert Liberty Racing, Brett McCormick è incappato in una brutta caduta in un tratto particolarmente veloce della pista

Attimi di paura nel corso di Gara 2 del Gran Premio d'Olanda, terzo round del mondiale Superbike che si è disputato questo weekend ad Assen. Il portacolori della Ducati del team Effenbert Liberty Racing, Brett McCormick è incappato in una brutta caduta in un tratto particolarmente veloce della pista. Il ventenne canadese è uscito di pista, battendo violentemente sull'erba. Inizialmente si era temuto il peggio.

Ma fortunatamente per McCormick nessuna frattura vertebrale. I medici gli hanno riscontrato il trauma del rachide cervicale, facciale con ematoma alle orbite oculari e la frattura del quinto dito della mano destra. Una notizia che tranquilizza i fan della Superbike, già scossi dal dramma di Joan Lascorz, il pilota della Kawasaki che resterà paralizzato alle gambe dopo la brutta caduta nei test di Imola all'indomani del secondo round del campionato.

McCormick, che ha esordito nel mondiale delle derivate di Serie ad Imola, sarà sottoposto lunedì ad una visita di controllo da parte dei sanitari dell'ospedale di Assen, dove è stato ricoverato, per stabilire se sarà indispensabile ricorrere ad un intervento chirurgico per stabilizzare la frattura della vertebra C5.  “E’ stato davvero fortunato, adesso potrà pensare ad un rapida e completa guarigione”, ha commentato il padre del pilota su Facebook.

Brett McCormick
superbike

Commenti