Superbike, test a Imola. Svetta Rea davanti a Giugliano. Ducati indietro

All'indomani del trionfo di Tom Sykes, i bolidi della Superbike sono tornati in pista per una giornata di test nel corso della quale sono state collaudate delle selezioni di pneumatici in ottica 2014 messe a disposizione dalla Pirelli

All'indomani del trionfo di Tom Sykes, i bolidi della Superbike sono tornati in pista per una giornata di test nel corso della quale sono state collaudate delle selezioni di pneumatici in ottica 2014 messe a disposizione dalla Pirelli. Il più veloce in pista è stato l'irlandese della Honda Jonathan Rea, che ha fermato il cronometro sul tempo di 1'46"625, confermando così i progressi della Honda CBR 1000 evidenziati nel weekend del Santerno.

Alle sue spalle si è piazzata l'Aprilia del team Althea di Davide Giugliano (1'46"908), che ha lavorato in particolare sul passo gara, dicendosi ottimista per i prossimi round. Per il romano è ancora forte il rammarico della scivolata in Gara 2 alla curva della Tosa, mentre si trovava incollato ai tubi di scarico della Kawasaki di Tom Sykes (che insieme a Loris Baz non ha preso parte alla giornata di test).

Progressi per le Aprilia ufficiali di Sylvain Guintoli ed Eugene Laverty, rispettivamente in terza e quarta posizione, davanti all'Aprilia "satellite" del team Red Devils di Michel Fabrizio. Lascia Imola con molti dubbi Marco Melandri, accreditato del sesto crono, convinto però che a Mosca la sua Bmw possa comportarsi meglio rispetto ai sali e scendi del Santerno.

Ancora in difficoltà la Ducati, con Ayrton Badovini ottavo e Carlos Checa appena 13esimo. I due portacolori della casa di Borgo Panigale si sposteranno a Misano per altri test per cercare di dare competitività alla rossa.

Francesco Donati

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -