Superbike a Misano, il venerdì è di Rea. Ducati costrette ad inseguire

Il nordirlandese ha firmato la migliore prestazione in 1'34"931, precedendo di appena 30 millesimi il compagno di squadra Tom Sykes

E' nel segno della Kawasaki il venerdì di Misano. Nella prima giornata di prove libere del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike, a dettar legge è stato il leader del campionato Jonathan Rea. Il nordirlandese ha firmato la migliore prestazione in 1'34"931, precedendo di appena 30 millesimi il compagno di squadra Tom Sykes. Il britannico è incappato in una scivolata nelle battute finali della sessione. Le Ducati non si sciolgono sotto il caldo e afoso sole della Romagna, ma non hanno il passo per tenere il ritmo di Rea e Sykes. Marco Melandri guida l'inseguimento, con un ritardo di 250 millesimi dalla vetta. Lievemente più attardato Chaz Davies, a 349 millesimi. Completa la top ten la Mv Agusta di Leon Camier, a 366 millesimi da Rea. In un secondo sono racchiusi dieci piloti: a completare la top ten ci sono Jordi Torres (Bmw Althea), Xavi Fores (Ducati Barni), Michael Van Der Mark (Yamaha), Eugene Laverty (Aprilia Milwaukee) e Alex Lowes (Yamaha). Undicesimo Lorenzo Savadori, che ha chiuso il turno pomeridiano a 1"022. Quattordicesimo Raffaele De Rosa (Bmw Althea) davanti al sammarinese Alex De Angelis (Kawasaki). 18esimo Riccardo Russo (Yamaha Guendalini); penultimo e ultimo posto per Fabio Menghi (Ducati Vrt Racing) e Ayrton Badovini (Kawasaki team Grillini).

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -