Superbike, Rea all'ultimo beffa Davies. Bautista staccato di 7 decimi

Il portacolori della Kawasaki ha strappato all'ultimo giro a disposizione lo scettro a Chaz Davies, particolarmente a suo agio con la Panigale V4R tra i sali e scendi del Santerno.

Manda baci e impenna soddisfatto Jonathan Rea dopo la prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Italia, quinta prova del mondiale Superbike. Il campione del mondo in carica si è preso il venerdì con un ultimo giro da urlo, stabilendo la migliore prestazione in 1'46"374 grazie ad un ultimo settore, dalla Variante Alta al traguardo guidato alla perfezione. Il portacolori della Kawasaki ha strappato all'ultimo giro a disposizione lo scettro a Chaz Davies, particolarmente a suo agio con la Panigale V4R tra i sali e scendi del Santerno. Il gallese ha pagato appena 155 millesimi dal nordirlandese, candidandosi come tra i protagonisti del weekend. Chi ha faticato più del previsto, su un tracciato ancora da conoscere alla prestazione, è stato il dominatore del campionato Alvaro Bautista, che ha pagato da Rea oltre sette decimi.

Lo spagnolo è stato preceduto dalla Bmw di Tom Sykes, quest'ultimo a 392 dalla virtuale pole. Chiude la top five la Kawasaki del team Turkish Puccetti Racing di Toprak Razgatlioglu. Bene le Panigale "clienti" di Loreno Zanetti e Michael Ruben Rinaldi, nono e decimo, preceduti da Michael Van Der Mark (Yamaha),  Leon Haslam (Kawasaki) e Alex Lowes (Yamaha). Solo 12esimo Marco Melandri (Yamaha GRT) a 1"599, ultimo Alessandro Del Bianco (Honda Althea). 

Nel Mondiale Supersport è di Federico Caricasulo (Yamaha) la miglior prestazione, al termine di una giornata che ha visto la pattuglia italiana protagonista grazie anche all’ottimo quarto posto di Ayrton Badovini (Kawasaki). Caricasulo è stato anche vittima di una caduta alla Variante Alta, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Nelle prime dieci posizioni anche Massimo Roccoli (Yamaha) settimo, Raffaele De Rosa (MV Agusta) ottavo e Federico Fuligni (MV Agusta) decimo. Dominio spagnolo invece nella Supersport 300. A far segnare il miglior tempo è stato Marc Garcia (Kawasaki), più veloce di quasi tre decimi del connazionale Mika Perez (Kawasaki). Bene gli italiani, con Bruno Ieraci (Kawasaki) quinto e Kevin Sabatucci (Yamaha) sesto. Sabato da non perdere la Superpole SBK alle ore 11 e gara 1 SBK alle 14, che sarà preceduta da un’esibizione delle moto elettriche progettate e costruite dagli studenti delle Università di Bologna e Modena-Reggio Emila. 

Giovanni Petrillo 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -