lunedì, 23 aprile

/~shared/avatars/67847750686926/avatar_1.img

Stefano

  • Forlì 1964
Contattami
Stefano

Stefano ha commentato:

" Per un totale di 151k euro pari a circa 13 anni e 4 mesi anni dello stipendio base di un operaio a tempo indeterminato secondo il contratto metalmeccanico. E oi questi difendono i lavoratori: "Bandiera Rossa". Subito tutti innocenti o dovremo aspettare i tre gradi di giudizio e quindi le relative spese amministrative (che pago io come contribuente)? Tanto in Italia questa è ormai la prassi. "
in

Rimborsi e spese dei politici, chiesto il rinvio a giudizio per 16 ex consiglieri Pd

il 5 maggio del 2015 4 commenti

Stefano

Stefano ha commentato:

" Un paio di considerazioni. 1 - In Italia qualunque evento metereologico è diventato "imprevedibile", "eccezionale" o "imprevedibile". Mi sembra una scusa ormai vecchia. 2 - Visto il livello tariffario che queste imprese private esercitano sugli utenti, tra i più alti in Europa, ci si aspetterebbe un servizio parimenti superiore. Mi sembra che energia elettrica e inceneritori (l'unica politica che Hera ha saputo ad oggi applicare), non siano molto diversi o di migliore qualità, ci si aspetterebbe quindi la capacità MANAGERIALE di gestire situazioni che vadano oltre la pioggerellina "che picchia argentina", cosa che invece non avviene. Se i sindaci, ufficiali di Governo, hanno deciso di chiedere un'evidenza di quanto successo non credo sia a caso. Non parliamo poi dei casi clamorosi e fantozziani come quelli comunicati da questo giornale di una squadra Enel che arrivata in un paese ha ben deciso per primo di fare un bel pranzo al ristorante e dopo aver riallacciato il servizio del suddetto se n'è andato lasciando il resto del paese al buio. Vero esempio di dedizione e motivazione al lavoro oltre che PERFETTO coordinamento dei costi e delle risorse da parte dell'ente erogatore: ENEL. "
in

Maltempo, un alluvione anche di disservizi: Hera ed Enel spiegano le cause

il 17 febbraio del 2015 1 commenti

Stefano

Stefano ha commentato:

" Per un totale di 151k euro pari a circa 13 anni e 4 mesi anni dello stipendio base di un operaio a tempo indeterminato secondo il contratto metalmeccanico. E oi questi difendono i lavoratori: "Bandiera Rossa". Subito tutti innocenti o dovremo aspettare i tre gradi di giudizio e quindi le relative spese amministrative (che pago io come contribuente)? Tanto in Italia questa è ormai la prassi. "
in

Rimborsi e spese dei politici, chiesto il rinvio a giudizio per 16 ex consiglieri Pd

il 5 maggio del 2015 4 commenti

Stefano

Stefano ha commentato:

" Un paio di considerazioni. 1 - In Italia qualunque evento metereologico è diventato "imprevedibile", "eccezionale" o "imprevedibile". Mi sembra una scusa ormai vecchia. 2 - Visto il livello tariffario che queste imprese private esercitano sugli utenti, tra i più alti in Europa, ci si aspetterebbe un servizio parimenti superiore. Mi sembra che energia elettrica e inceneritori (l'unica politica che Hera ha saputo ad oggi applicare), non siano molto diversi o di migliore qualità, ci si aspetterebbe quindi la capacità MANAGERIALE di gestire situazioni che vadano oltre la pioggerellina "che picchia argentina", cosa che invece non avviene. Se i sindaci, ufficiali di Governo, hanno deciso di chiedere un'evidenza di quanto successo non credo sia a caso. Non parliamo poi dei casi clamorosi e fantozziani come quelli comunicati da questo giornale di una squadra Enel che arrivata in un paese ha ben deciso per primo di fare un bel pranzo al ristorante e dopo aver riallacciato il servizio del suddetto se n'è andato lasciando il resto del paese al buio. Vero esempio di dedizione e motivazione al lavoro oltre che PERFETTO coordinamento dei costi e delle risorse da parte dell'ente erogatore: ENEL. "
in

Maltempo, un alluvione anche di disservizi: Hera ed Enel spiegano le cause

il 17 febbraio del 2015 1 commenti